• | A A A
  • Moody's Aa3
  • Rating BNP Paribas S&P A+

Prodotti di Borsa, BNP Paribas

Investimenti
La banca per un mondo che cambia

HOME > Temi d'investimento > Articolo

13.03.2020
Tema d’Investimento a cura diT.I.E.

ORO

Covid 19: un'occasione d'oro per evitare la paura

Il contagio da coronavirus intacca tutti i settori e gli investitori cercano sicurezza nei beni rifugio, il più richiesto è l'oro. Bnp ha emesso un certificate sul metallo giallo a capitale totalmente protetto in dollari che promette un rialzo che oggi è lievemente sopra la pari a 103 dollari, in quanto prezza in parte il rialzo dell'oro rispetto al livello iniziale (ad oggi l'oro passa di mano a 1663,15 dollari l'oncia, il +13,94% dal livello iniziale). La distanza dal livello di barriera è del -20,48% . Rimborso minimo 100 dollari, massimo 140.


Shark Fin su: ORO

ISIN XS1988382252
Premio -
Barriera -
Scadenza 22.07.22
Scopri di più

La velocità di diffusione del coronavirus, il recupero di ieri di Wall Street (dopo il crollo del -7% di lunedì) e la grande volatilità dei prezzi del greggio, (-25% lunedì +9% ieri e oggi ancora -2,9%)  stanno spingendo gli investitori verso i beni rifugio e lontani dalle azioni.

Oro, Yen e strategie a base di opzioni per limitare la volatilità

Alla luce delle dinamiche attuali di mercato, le soluzioni di investimento più solide risultano essere posizioni in yen, oro e strategie a base di opzioni, che permettono di limitare le perdite in caso di ulteriori turbolenze di mercato.

Non è facile stimare quali saranno le società più colpite e quando arriverà una ripresa a pieni ritmi dell’economia. In Cina si intravedono segnali di ripresa grazie al superamento della fase più critica dell’epidemia, il cui picco si è registrato nel mese di gennaio. Per l’Europa e il nostro Paese, invece, la curva dei contagi è in continuo aumento e i governi hanno varato nuove  manovre restrittive per cercare di evitare la tanto temuta fase pandemica. Gli analisti stimano che, nell’incertezza, la soluzione migliore è ripararsi verso lidi più sicuri che possano rendere dando contemporaneamente protezione al capitale investito. Le ripercussioni dovute al virus cinese si abbatteranno anche sul secondo trimestre del 2020 e i prezzi del metallo giallo resteranno alti sostenuti inoltre dagli interventi delle banche centrali che probabilmente inietteranno nuova liquidità .

Una soluzione interessante può essere quella di combinare un bene rifugio da un lato e un certificate a protezione totale di capitale, dall’altro.

Bnp ha messo sul mercato un certificate in dollari con sottostante oro che offre una protezione del 100% del capitale a scadenza, offrendo inoltre una possibilità di rialzo.

Il certificate sull’oro con Isin XS1988382252, segue la performance del metallo giallo fino a un guadagno massimo del 40% durante la vita del prodotto e, a scadenza, verrà ritirato a 101,5 dollari. La durata del prodotto è di circa due anni e mezzo con scadenza prevista il 22 luglio 2022.

Perché è interessante:

Il prodotto quota lievemente sopra la pari a 103 dollari, in quanto prezza in parte il rialzo del valore dell’oro rispetto al livello iniziale (ad oggi l’oro passa di mano a 1663,15 dollari l’oncia il +13,94% dal livello iniziale). La distanza dal livello di barriera è del -20,48% (livello posto a 1.998,85 dollari l’oncia). A scadenza, il 22 luglio 2022 tra poco meno di un anno e mezzo, avremmo tre scenari possibili:

  • se, durante la vita del prodotto, l’oro non ha mai toccato la barriera superiore posta a 1.998,85 dollari e a scadenza quota sotto il livello iniziale (1.427,75 dollari), il certificate verrà ritirato a 100 dollari (capitale totalmente protetto).
  • Se a scadenza, l’oro quoterà sopra il livello iniziale, ad esempio con una performance del 39% , il certificate verrà ritirato a 139 euro con un guadagno per l’investitore del 39%.
  • In caso di rialzo dell’oro,  oltre il livello di 1.998,85 durante la vita del prodotto (+40% dal livello iniziale), il certificate verrà rimborsato a scadenza a 101,5 dollari. La barriera infatti è continua e rilevata a fine giornata.

Noi sposiamo lo scenario in cui l’oro non tocca la barriera ma anche in quel caso l’investitore verrebbe rimborsato a 101,5 dollari. Lo scenario migliore è dunque quello in cui l’oro da qui alla scadenza del certificate, non tocchi mai la barriera di massimo guadagno allora la performance può arrivare fino a circa +37% (perché oggi lo pago sopra la pari) a secondo delle quotazioni del metallo giallo rispetto al livello iniziale.

Ricordiamo che tutti i rendimenti sono al lordo delle tasse e prima di investire di leggere attentamente i prospetti informativi e kid: cliccare qui.

Ricordiamo che l’investimento in questa tipologia di certificate espone al cambio dollaro/euro. In particolare un aumento del dollaro corrisponde, per un investitore italiano, in un guadagno quando converte in euro e viceversa.

Ancora, come tutti i certificate, l’investitore è esposto al rischio emittente, in particolare S&P ha assegnato il giudizio A+ al guarantor del certificate e Moody’s Aa3.

Il certificate, in una scala di rischio da 1 a 7, è stato valutato a livello molto basso: 2.

 

L’investitore è esposto anche al rischio default dell’emittente e alla perdita totale del capitale investito, in caso di azzeramento del valore di uno dei sottostanti.

La presente comunicazione non integra in alcun modo consulenza – nemmeno generica – o ricerca in materia di investimenti, non è stata preparata conformemente ai requisiti giuridici volti a promuovere l’indipendenza della ricerca in materia di investimenti e non è soggetta ad alcun divieto che proibisca le negoziazioni prima della diffusione della ricerca in materia di investimenti.

Ricordiamo, prima dell’adesione di leggere attentamente il prospetto di base, ogni eventuale supplemento, la nota di sintesi, le condizioni definitive e il documento contenente le informazioni chiave (KID) e, in particolare, le sezioni dedicate ai fattori di rischio connessi all’investimento, ai costi e al trattamento fiscale relativi ai prodotti finanziari ivi menzionati reperibili sul sito dell’emittente: clicca qui.

 

Per informazioni su Intermonte SIM S.p.a., in qualità di produttore delle raccomandazioni, sulla presentazione delle raccomandazioni e sulle posizioni e conflitti di interesse del produttore, si prega di cliccare su questo link.

AVVERTENZA

Il produttore delle raccomandazioni di investimento originali non è BNP Paribas, né una delle altre società del gruppo BNP Paribas. Le informazioni che ai sensi del Regolamento (UE) n. 596/2014 si richiedono al produttore sono fornite da una terza parte, sotto la propria responsabilità, in un’avvertenza separata. Per ulteriori informazioni, clicca QUI

Avvertenza

Prima di adottare una decisione di investimento al fine di comprendere appieno i potenziali rischi e benefici connessi alla decisione di investire negli strumenti finanziari quivi menzionati si invita a leggere attentamente la documentazione di offerta e/o quotazione relativa agli strumenti finanziari, in particolare, le sezioni dedicate ai fattori di rischio connessi all’investimento, ai relativi costi e al trattamento fiscale, nonché il relativo documento contenente le informazioni chiave (KID), ove disponibile. Tale documentazione è disponibile sul presente sito web investimenti.bnpparibas.it e negli eventuali ulteriori eventuali luoghi indicati nella relativa documentazione di offerta e/o quotazione. L’investimento negli strumenti finanziari quivi menzionati può comportare il rischio di perdita totale o parziale del capitale inizialmente investito, fermo restando il rischio Emittente e, ove applicabile, il rischio di assoggettamento del Garante allo strumento del bail-in. Ove tali strumenti finanziari siano venduti prima della scadenza, l’investitore potrà incorrere anche in perdite in conto capitale. Nel caso in cui tali strumenti finanziari siano acquistati o venduti nel corso della loro durata, il rendimento potrà variare. Le informazioni quivi riportate hanno scopo meramente promozionale e non sono da intendersi in alcun modo come sollecitazione, offerta al pubblico o consulenza in materia di investimenti. Le informazioni e i grafici a contenuto finanziario quivi riportati sono meramente indicativi e hanno scopo esclusivamente esemplificativo e non esaustivo. I rendimenti passati non sono indicativi, né sono garanzia, dei rendimenti futuri. È responsabilità dell’investitore effettuare un’accurata analisi di tutti i profili fiscali, legali e regolamentari (inclusi i fattori di rischio, tra i quali, i fattori di rischio legati ai tassi di interesse, i fattori di rischio di default e i fattori di rischio legati all’assenza di liquidità) connessi all’investimento negli strumenti finanziari quivi menzionati. BNP Paribas e/o altra società del gruppo BNP Paribas non potranno essere considerate responsabili delle conseguenze finanziarie o di altra natura derivanti dall’investimento in tali strumenti finanziari. Eventuali raccomandazioni di investimento quivi contenute non soddisfano i requisiti di legge relativi all’indipendenza della ricerca in materia di investimenti e non sono soggette ad alcun divieto di esecuzione di operazioni su strumenti finanziari prima della loro divulgazione.