• | A A A
  • Moody's Aa3
  • Rating BNP Paribas S&P A+

Prodotti di Borsa, BNP Paribas

Investimenti
La banca per un mondo che cambia

HOME > Temi d'investimento > Articolo

20.10.2020
Tema d’Investimento a cura di

Bancario/Automotive

Maxicedola condizionata in caldo per il nuovo prodotto emesso da Bnp Paribas, Isin NL0015443409, su due big del panorama italiano

Maxicedola condizionata in caldo per il nuovo prodotto emesso da Bnp Paribas, Isin NL0015443409, su due big del panorama italiano: Unicredit e Fca, che sarà distribuita a inizio dicembre se i due sottostanti non perderanno oltre il 40% dal livello iniziale, nella corrispondente data di valutazione.


Maxi Cash Collect su worst of: UNICREDIT, FIAT

ISIN NL0015443409
Premio 10 %
Barriera 60 %
Scadenza 08.09.23
Scopri di più

Banche e automotive sono stati tra i settori maggiormente colpiti nei mesi di lockdown pandemico, come mostra l’inversione di tendenza registrata principalmente tra febbraio e marzo. L’andamento molto volatile degli indici EuroStoxx Bank e Stoxx600 Automobiles & parts è riportata nel seguente grafico:



Cavalcare l’onda di mercato in fasi di ripresa come quella attuale, espone l’investitore ad un rischio correlato d’investimento.

Per approcciare i due comparti ovviando a tale rischio, suggeriamo i certificati di investimento che, grazie al loro meccanismo di funzionamento, possono rappresentare lo strumento ideale per entrare sul mercato gradualmente prendendo vantaggio dal loro rischio asimmetrico. In particolare, se si individuano i certificati con le giuste caratteristiche sarà possibile affrontare l’elevata volatilità di mercato sfruttando l’opportunità del beneficio fiscale, come il prodotto che vi abbiamo citato ad inizio articolo e che troverete di seguito in dettaglio.


Funzionamento del certificate

Tra poco più di un mese (7 dicembre), il certificate staccherà una maxicedola condizionata pari al 10% se i due sottostanti non perderanno oltre il 40% dal livello iniziale. A partire da marzo, con cadenza trimestrale, l’investitore riceverà premi dell’1% (4% p.a.) se Unicredit e Fca non caleranno più del 40% dal livello iniziale. Il prodotto ha una durata di tre anni e, dal sesto mese, godrà della possibilità di rimborso anticipato se il valore dei sottostanti, nelle date di valutazione trimestrali, saranno pari o superiori al livello iniziale. Valore nominale pari a 100 euro, effetto memoria e barriera a scadenza pari al 50%. Oggi il prodotto quota sotto la pari a 93 euro.

Premi trimestrali

Il certificate stacca premi trimestrali dell’1% (4% annuo al lordo delle imposte) se UniCredit e Fiat non perdono oltre il 40% dal livello iniziale. Se invece, alla data di valutazione, i sottostanti si troveranno sotto il livello di barriera, l’investitore non beneficerà del premio e si rinvierà alla data di valutazione successiva.


Effetto memoria

Il certificate gode dell’effetto memoria che permette di recuperare tutti i coupon trimestrali non distribuiti in precedenza. In particolare, se i sottostanti nelle date di valutazioni precedenti si sono trovati sotto il livello di barriera, il premio non sarà perso: alle date di valutazione successive, in caso di rialzo dei due titoli (valori non inferiori al 40% del livello iniziale), scatta l’effetto memoria che consente di recuperare le eventuali cedole non distribuite precedentemente, oltre a quella del trimestre in corso.


Rimborso anticipato (a partire dal 6° mese dall’emissione)

A partire dall’8 marzo 2021, il certificate gode della possibilità di rimborso anticipato. L’investitore riceve il capitale investito più i premi maturati e non distribuiti, qualora, nelle date di valutazione trimestrali, il valore dei sottostanti sia superiore o uguale al valore iniziale di 10 euro per Fca e di 8,5 euro per UniCredit.


Rimborso a scadenza

Gli scenari a scadenza sono due: se il valore dei sottostanti è maggiore o uguale al 50% del livello iniziale, l’investitore riceverà il capitale investito (100 euro) a cui si somma, grazie all’effetto memoria, lo stacco di tutte le cedole trimestrali eventualmente non distribuite.

Se il valore dei sottostanti è inferiore al livello barriera, il certificate paga un importo commisurato alla performance negativa del peggiore sottostante. Per esempio se Fca dovesse perdere il 60% dal livello iniziale, il prodotto, fra tre anni, verrebbe rimborsato a 40 euro.


Mettiamo sotto la lente i singoli sottostanti

Unicredit: con una capitalizzazione pari a 15,515 miliardi di euro, gli analisti censiti da Bloomberg riportano 15 raccomandazioni di acquisto, 14 consigli di tenere il titolo in portafoglio e 1 raccomandazione di vendita, con target price pari a 9,79 euro.


Fca: il gruppo automobilistico con una capitalizzazione pari a 16,155 miliardi di euro, vede gli analisti censiti da Bloomberg riportare 16 raccomandazioni di acquisto, 4 consigli di tenere il titolo in portafoglio e 3 raccomandazione di vendita, con un prezzo obiettivo pari a 12,83 euro.

Il Certificate è soggetto ad un livello di rischio pari a 6 su una scala da 1 a 7.




La presente comunicazione non integra in alcun modo consulenza – nemmeno generica – o ricerca in materia di investimenti, non è stata preparata conformemente ai requisiti giuridici volti a promuovere l’indipendenza della ricerca in materia di investimenti e non è soggetta ad alcun divieto che proibisca le negoziazioni prima della diffusione della ricerca in materia di investimenti.

Ricordiamo, prima dell’adesione, di leggere attentamente il prospetto di base, ogni eventuale supplemento, la nota di sintesi, le condizioni definitive e il documento contenente le informazioni chiave (KID) e, in particolare, le sezioni dedicate ai fattori di rischio connessi all’investimento, ai costi e al trattamento fiscale relativi ai prodotti finanziari menzionati reperibili sul sito dell’emittente: clicca qui.

Per informazioni su Intermonte SIM S.p.a., in qualità di produttore delle raccomandazioni, sulla presentazione delle raccomandazioni e sulle posizioni e conflitti di interesse del produttore, si prega di cliccare su questo link.

AVVERTENZA

Il produttore delle raccomandazioni di investimento originali non è BNP Paribas, né una delle altre società del gruppo BNP Paribas. Le informazioni che ai sensi del Regolamento (UE) n. 596/2014 si richiedono al produttore sono fornite da una terza parte, sotto la propria responsabilità, in un’avvertenza separata. Per ulteriori informazioni, clicca QUI

Avvertenza

Prima di adottare una decisione di investimento al fine di comprendere appieno i potenziali rischi e benefici connessi alla decisione di investire negli strumenti finanziari quivi menzionati si invita a leggere attentamente la documentazione di offerta e/o quotazione relativa agli strumenti finanziari, in particolare, le sezioni dedicate ai fattori di rischio connessi all’investimento, ai relativi costi e al trattamento fiscale, nonché il relativo documento contenente le informazioni chiave (KID), ove disponibile. Tale documentazione è disponibile sul presente sito web investimenti.bnpparibas.it e negli eventuali ulteriori eventuali luoghi indicati nella relativa documentazione di offerta e/o quotazione. L’investimento negli strumenti finanziari quivi menzionati può comportare il rischio di perdita totale o parziale del capitale inizialmente investito, fermo restando il rischio Emittente e, ove applicabile, il rischio di assoggettamento del Garante allo strumento del bail-in. Ove tali strumenti finanziari siano venduti prima della scadenza, l’investitore potrà incorrere anche in perdite in conto capitale. Nel caso in cui tali strumenti finanziari siano acquistati o venduti nel corso della loro durata, il rendimento potrà variare. Le informazioni quivi riportate hanno scopo meramente promozionale e non sono da intendersi in alcun modo come sollecitazione, offerta al pubblico o consulenza in materia di investimenti. Le informazioni e i grafici a contenuto finanziario quivi riportati sono meramente indicativi e hanno scopo esclusivamente esemplificativo e non esaustivo. I rendimenti passati non sono indicativi, né sono garanzia, dei rendimenti futuri. È responsabilità dell’investitore effettuare un’accurata analisi di tutti i profili fiscali, legali e regolamentari (inclusi i fattori di rischio, tra i quali, i fattori di rischio legati ai tassi di interesse, i fattori di rischio di default e i fattori di rischio legati all’assenza di liquidità) connessi all’investimento negli strumenti finanziari quivi menzionati. BNP Paribas e/o altra società del gruppo BNP Paribas non potranno essere considerate responsabili delle conseguenze finanziarie o di altra natura derivanti dall’investimento in tali strumenti finanziari. Eventuali raccomandazioni di investimento quivi contenute non soddisfano i requisiti di legge relativi all’indipendenza della ricerca in materia di investimenti e non sono soggette ad alcun divieto di esecuzione di operazioni su strumenti finanziari prima della loro divulgazione.