Unicredit ha raggiunto un accordo con le autorità degli Stati Uniti per mettere fine al lungo contenzioso aperto per aver violato negli anni le sanzioni americane all’Iran. Secondo i termini dell'accordo, la banca di piazza Gae Aulenti dovrà pagare una sanzione di 1,3 miliardi di dollari, oltre che implementare alcune misure e procedure correttive. La somma dovuta è interamente coperta dagli accantonamenti stanziati, ha precisato Unicredit, che aveva accantonato una cifra superiore. Tanto che ci sarà "una liberazione delle risorse accantonate nel primo trimestre" con un impatto positivo sul conto economico di circa 300 milioni di euro al netto delle tasse e sul ratio Cet1 di circa +8,5 punti base.

Fonte: Finanza.com

ViadeoViadeoLinkedInLinkedIn