Avvio prudente per Piazza Affari con il Ftse Mib che avvia le contrattazioni in ribasso dello 0,15% a 21.924 punti. Leggermente sotto la parit anche le altre principali borse europee, in attesa dellentrata nel pieno della stagione delle trimestrali Usa. Intanto prosegue il rialzo delle quotazioni del greggio con i prezzi del petrolio che sono balzati su nuovi massimi da inizio anno. Lamministrazione Trump ha annunciato che non rinnover le esenzioni dalle sanzioni americane ai danni dellIran. Mossa che mira a bloccare completamente le esportazioni di greggio da Teheran a partire dal prossimo due maggio e che colpisce soprattutto alcuni paesi asiatici tra cui Cina, India, Giappone e Corea del Sud. Chiusura poco mossa ieri a Wall Street, in una seduta caratterizzata da volumi sottili dopo il ponte per le vacanze pasquali. Gli operatori attendono il nuovo flusso di risultati societari in programma nei prossimi giorni, con 140 aziende dello S&P 500 che presenteranno in conti questa settimana e in particolare alcune big del settore tecnologico tra cui Amazon, Facebook e Microsoft. Poco mossi stamane anche i mercati asiatici. Tornando a Piazza Affari, scattano sul Ftse Mib in partenza Saipem (+2,4%) e Tenaris (+2,2%) sostenute dal rialzo del prezzo del petrolio. Scivolano invece in fondo al paniere principale Juventus (-3,6%) e Fca (-2,9%).

Fonte: Finanza.com

ViadeoViadeoLinkedInLinkedIn