Lo scorso 2 maggio, quando aveva rivelato la sua intenzione di investire in Amazon, aveva detto: 'Sono stato un idiota a non farlo prima'.

In ogni caso, meglio tardi che mai: Warren Buffett ha deciso di puntare sul colosso dell'e-commerce. Nelle ultime ore, con la deposizione della documentazione necessaria alla Sec, la sua holding Berkshire Hathaway ha reso noto a quanto ammonta la scommessa: $900 milioni.

Per la precisione, Buffett ha acquistato nel primo trimestre terminato lo scorso 31 marzo 483.300 azioni Amazon che, considerando il valore di chiusura del titolo nella sessione di ieri, sono valutate $904 milioni. Una somma importante, che tuttavia non fa entrare Berkshire Hathaway nella lista dei principali azionisti del gigante di Jeff Bezos, visto che la quota rappresenta appena lo 0,1% del flottante di Amazon.

E'importante precisare comunque che l'acquisto non è avvenuto per mano di Buffett, ma per quella di uno due gestori che si occupano della strategia di stock picking di Berkshire, Ted Weschler e Todd Combs.

L'azione Amazon diventa intanto la new entry del portafoglio dell'oracolo di Omaha, noto per essere tra le voci più ascoltate dalla comunità degli investitori e per i suoi investimenti di lungo termine.Investimenti che spesso hanno snobbato il mondo dell'hi-tech, a parte qualche eccezione come IBM e, successivamente, Apple.

In quest'ultimo caso, Cathy Siefert, equity research analyst presso CFRA Research, ha fatto notare in un'intervista a CBS MoneyWatch che "Berkshire è entrata tardi nella partita Apple...partendo da zero cinque anni fa, fino a trasformare quella partecipazione nella sua scommessa più grande".

A parte il caso Amazon, gli investitori saranno anche molto curiosi di sapere cosa Buffett abbia acquistato e venduto nel corso del primo trimestre.

Utili a tal proposito le due tabelle stilate dal sito Motley Fool. Da queste emerge che Berkshire Hathaway ha continuato a puntare su JP Morgan, aumentando la quota di ben il 18%; aumentata l'esposizione anche su Delta Airlines, PNC Financial, Red Hat.

 

 

Ridotte invece le partecipazioni in Wells Fargo, Southwest Airlines, Charter Communications, Phillips 66 (in questo caso di oltre il 50%). Che dire poi di Verizon, con la quota è stata smobilizzata per ben il 100%?

Vale la pena citare i titoli che si confermano tra le più grandi scommesse di Warren Buffett.

Dai documenti depositati presso la Sec, risulta che l'esposizione verso American Express è stata lasciata invariata a 151,6 milioni di azioni. Berkshire Hathaway si conferma il principale azionista del colosso, con una quota superiore al 18,1% del capitale alla fine del 2018.

Apple: l'investimento è rimasto invariato a 249,59 milioni di azioni, così come nel trimestre precedente, ma lievemente al di sotto rispetto alle 252,47 milioni di azioni dello scorso settembre. La partecipazione ammonta al 5,4%.

Bank of America: confermate le 896,17 milioni di azioni in portafoglio, per una partecipazione pari al 9,4%, che fa di Berkshire Hathaway il principale azionista della banca.

Coca Cola: 400 milioni di azioni, che fanno della holding di Warren Buffett, anche in questo caso, il principale azionista del gruppo, con una quota di quasi il 9,4%.



Fonte: Finanza.com

ViadeoViadeoLinkedInLinkedIn