Chiusura senza smalto per Piazza Affari. Il Ftse Mib chiude debole: -0,61% a 20.573 punti in attesa di ulteriori sviluppi sul fronte dazi. Balzo oggi del titolo Juventus (+5,67%), salito ai massimi a 5 settimane, ossia dal day after dell'uscita dai quarti di Champions League. A scaldare il titolo è la speculazione sul nome del successore di Massimiliano Allegri sulla panchina bianconera. Dalla stampa italiana e straniera il nome che si rincorre di più è quello del tecnico del Chelsea, Maurizio Sarri. Ma nelle ultime 24 ore si è scaldata molto la pista che porta a Pep Guardiola, fresco trionfatore della Premier League con il Machester City. Il dg bianconero Fabio Paratici avrebbe incontrato in segreto a Milano il tecnico spagnolo. Molto bene anche Moncler (+2,98%). Tra le peggiori di giornata invece Tenaris (-3,13%) e Bper (-2,2%9 che continua a pagare la decisione dell'Agcom di avviare un’istruttoria sull’operazione di acquisto di Unipol Banca. Oltre -2% anche per Mediobanca. Lieve segno meno per Generali (-0,21%) che non ha dato credito alle indiscrezioni circa la possibile crescita nell'Est Europa. Secondo quanto riporta Bloomberg, il Leone di Trieste avrebbe iniziato una trattativa con MetLife per rilevarne asset per oltre 2 miliardi in Polonia, Repubblica Ceca, Ungheria e Romania.

Fonte: Finanza.com

ViadeoViadeoLinkedInLinkedIn