Il sottindice che misura il trend dei titoli bancari italiani a Piazza Affari è scivolato, a causa dei sell off delle ultime sessioni, a un valore inferiore del 20% rispetto ai massimi di metà aprile. Brutta notizia per il comparto bancario, che scivola così di nuovo in mercato orso. Per le banche italiane, una buona notizia arriva comunque dagli ultimi dati della Consob, relativi alle posizioni nette corte che i fondi stanno accumulando contro i titoli. A fare marcia indietro sulle scommesse ribassiste contro la finanza italiana, scrive Reuters, sono stati diversi fondi. Tra questi, l'hedge fund numero uno al mondo Brigewater Associates fondato da Ray Dalio e BlackRock, il gestore di fondi più grande al mondo. L'analisi dei dati della Consob da parte di Reuters mostra che, in data 21 maggio, non c'erano posizioni short su base netta superiori allo 0,5% nei casi di Intesa SanPaolo e UniCredit. Giù dai massimi testati nel 20128 anche le scommesse short contro Banco BPM, terza banca italiana e titolo bancario più shortato da diversi fondi, mentre quelle su Ubi Banca e Bper mostrano segnali pià contrastati, sebbene i dati della Consob confermino che anche in questi due casi alcuni fondi hanno allentato la loro pressione. Oggi sessione positiva per i titoli bancari, in una giornata che vede l'indice Ftse Mib, alle 11.08 ora italiana, salire dell'1,5% circa. Mediobanca +0,70%, Bper +1,54%, Ubi +3,07%, Banco BPM +2,33%, Intesa SanPaolo +1,59%, UniCredit +2,35%.

Fonte: Finanza.com

ViadeoViadeoLinkedInLinkedIn