Variante Delta non spaventa le Borse

Continua l’ottimismo sui principali indici di Borsa a livello globale. Mentre non sembrano diffondersi sui mercati le preoccupazioni della diffusione della variante Delta.

29/06/2021 · PRODOTTO DA ELP SA

 

imaget3bk1.png

Continua l’ottimismo sui principali indici di Borsa a livello globale. Mentre non sembrano diffondersi sui mercati le preoccupazioni della diffusione della variante Delta, gli investitori stanno attendendo quanto emergerà dalla lettura dei dati sul lavoro USA che verranno resi noti il prossimo 2 luglio. La ripresa di queste misurazioni incrementerebbe le pressioni sulla Federal Reserve per iniziare le discussioni sulle modalità di avvio del tapering. Anche alcuni esponenti della BCE iniziano a parlare di una progressiva uscita dalle misure straordinarie di stimolo. Jens Wiedmann, Presidente della Bundesbank, ha dichiarato che sarebbe opportuno iniziare a ridurre il programma di PEPP quando il periodo di emergenza giungerà al termine. Sul fronte inflazione, sono da segnalare le parole di Claudio Borgio, Capo del dipartimento economico e monetario della Bank for International Settlements, il quale ha dichiarato che l’incremento dell’indice dei prezzi al consumo sarà temporaneo e dovrebbe essere visto positivamente. Per Borgio il vero problema si presenterebbe nel caso in cui la rilevazione dovesse essere troppo alta per un periodo di tempo prolungato. In ogni caso, l’ultimo report della BIS evidenzia come la normalizzazione della politica monetaria non sarà un percorso facile. Mentre il clima sui listini azionari appare disteso, BlackRock ha iniziato a stemperare la sua positività sui panieri statunitensi. Per la più grande società di investimento del mondo l’attrattività delle azioni USA nel breve termine è inferiore a causa dei rischi di tasse più elevate, della maggiore regolamentazione e dal potenziale di crescita di altri Paesi sviluppati.

APPUNTAMENTI ECONOMICI

I MARKET MOVER

Nel corso della mattinata si conosceranno le rilevazioni sull’indice dei prezzi alla produzione italiani di maggio. Il focus passerà poi
all’inflazione di giugno per l’Eurozona e l’Italia e all’asta di BTp a 5 e 10 anni. Nel pomeriggio le attenzioni saranno rivolte come di
consueto agli Stati Uniti, dove saranno pubblicati i dati sull’occupazione ADP (giugno), il PMI di Chicago (giugno) e le vendite di case in corso (maggio). Attenzione anche alle scorte di petrolio greggio dell’ultima settimana.

 

DATO PAESE ATTESE ORARIO
INFLAZIONE

EUR

0,80% 11:00
ASTA BTP 5 E 10 ANNI

ITA

- 11:45
OCCUPAZIONE ADP

USA

530K 14:15
SCORTE PETROLIO GREGGIO

USA

-0.88M 16:30

AVVERTENZA

La presente pubblicazione è stata preparata da ELP SA (l’Editore), con sede legale in Corso San Gottardo 34, 6830 Chiasso (CH), in completa autonomia e riflette quindi esclusivamente le opinioni e le valutazioni dell’Editore. Le informazioni e le opinioni contenute nella presente pubblicazione sono state ottenute o estrapolate da fonti ritenute affidabili dall’Editore; tuttavia, l’Editore non rilascia alcuna dichiarazione o garanzia in merito alla loro accuratezza, adeguatezza o completezza. BNP Paribas e le società del gruppo BNP Paribas non si assumono alcuna responsabilità per il relativo contenuto. Gli scenari, le presunzioni di calcolo, i dati e le performance passate, i prezzi stimati, gli esempi dei potenziali ricavi o le valutazioni hanno valore meramente illustrativo/informativo, senza alcuna garanzia che tali scenari o ricavi potenziali possano verificarsi o essere conseguiti. In ogni caso, l’Editore non è responsabile per qualsiasi perdita o danno, diretto o indiretto, che possa derivare dall’utilizzo dei contenuti della presente pubblicazione.

Per informazioni su ELP SA, in qualità di produttore delle raccomandazioni, sulla presentazione delle raccomandazioni e sulle posizioni e conflitti di interesse del produttore, si prega di cliccare su questo link.