Fed: tapering fino a giugno 2022

04/11/2021 · PRODOTTO DA ELP SA

La riunione della Fed ha mantenuto alta l’attenzione degli investitori nella serata di ieri. Nella riunione di novembre, la Federal Reserve ha infatti annunciato ufficialmente l’avvio del tapering del programma di acquisti da 120 miliardi di dollari ad un ritmo di 15 miliardi di dollari al mese: 10 miliardi in meno per i Treasury e altri 5 relativi a MBS. Questa operazione durerà fino a metà 2022. Jerome Powell ha nuovamente rassicurato sulla transitorietà dell’inflazione, evidenziando inoltre come l’avvio della riduzione degli acquisti non sia necessariamente collegata ad un rialzo dei tassi. Oggi gli occhi sono puntati al meeting dell’OPEC+ in un contesto in cui i prezzi del petrolio WTI continuano a veleggiare al di sopra degli 80 dollari al barile. Tuttavia nelle ultime sedute si è assistito ad una contrazione nelle quotazioni del greggio, con il Presidente USA Joe Biden che ha accusato il Cartello di causare pressioni al rialzo sull’inflazione. Intanto il Segretario di Stato, Antony Blinken ha chiesto alla sua controparte negli Emirati Arabi Uniti di aumentare la produzione di oro nero. Se l’Associazione dei principali produttori dovesse decidere di mantenere le decisioni già prese per incrementare l’output in maniera graduale (come atteso), gli analisti ritengono che gli USA potrebbero utilizzare le loro riserve di emergenza. Lato BCE è importante segnalare come la Presidente Christine Lagarde abbia definito improbabile l’ipotesi di un aumento dei tassi di interesse nel 2022. Sempre dall’Eurotower, Bostjan Vasle, Presidente della Banca centrale della Slovenia, ha affermato che stanno aumentando le probabilità che l’inflazione rimanga elevata anche nel lungo periodo.

I MARKET MOVER

Focus su PMI e meeting OPEC

Nella giornata odierna gli operatori dei mercati finanziari saranno concentrati su alcuni dati macro importanti per le principali economie del Vecchio Continente e sulla riunione di politica monetaria della Bank of England. Per quanto riguarda i dati macroeconomici di rilievo, gli investitori attenderanno la pubblicazione degli IHS Markit PMI dei servizi e compositi di ottobre per Italia, Francia, Germania ed Eurozona. Alle 13:00 focus sulla Banca centrale inglese per la decisione sui tassi di interesse, mentre alle 13:30 si attendono le nuove richieste di sussidi di disoccupazione per gli Stati Uniti. Focus inoltre sul meeting OPEC.

DATO PAESE ATTESE ORARIO

PMI SERVIZI E
COMPOSITO

ITA, FRA,
GER, EUR
- 09:45 - 10:00
RIUNIONE BOE

GBR

- 13:00
NUOVE RICHIESTE
SUSSIDI

USA

275K 13:30

AVVERTENZA

La presente pubblicazione è stata preparata da ELP SA (l’Editore), con sede legale in Corso San Gottardo 34, 6830 Chiasso (CH), in completa autonomia e riflette quindi esclusivamente le opinioni e le valutazioni dell’Editore. Le informazioni e le opinioni contenute nella presente pubblicazione sono state ottenute o estrapolate da fonti ritenute affidabili dall’Editore; tuttavia, l’Editore non rilascia alcuna dichiarazione o garanzia in merito alla loro accuratezza, adeguatezza o completezza. BNP Paribas e le società del gruppo BNP Paribas non si assumono alcuna responsabilità per il relativo contenuto. Gli scenari, le presunzioni di calcolo, i dati e le performance passate, i prezzi stimati, gli esempi dei potenziali ricavi o le valutazioni hanno valore meramente illustrativo/informativo, senza alcuna garanzia che tali scenari o ricavi potenziali possano verificarsi o essere conseguiti. In ogni caso, l’Editore non è responsabile per qualsiasi perdita o danno, diretto o indiretto, che possa derivare dall’utilizzo dei contenuti della presente pubblicazione.

Per informazioni su ELP SA, in qualità di produttore delle raccomandazioni, sulla presentazione delle raccomandazioni e sulle posizioni e conflitti di interesse del produttore, si prega di cliccare su questo link.