Inflazione USA osservata speciale

10/11/2021 · PRODOTTO DA ELP SA

Le quotazioni dei principali indici di Borsa a livello globale continuano a mantenersi in area di massimi storici o di periodo. Su questo punto è interessante mettere in luce come l’indice di Borsa S&P 500 abbia chiuso lunedì la serie ininterrotta di massimi storici più ampia dal 1997. Le quotazioni sono state spinte da diversi fattori, come quello relativo alla positività della stagione delle trimestrali che si sta concludendo. A seguito del meeting della Federal Reserve della scorsa settimana, le attenzioni degli investitori sono rivolte ai dati sull’inflazione di ottobre. Il dato è atteso dagli analisti in rialzo al 5,8% su base annuale, oltre il precedente 5,4% a/a, potrebbe essere la crescita più ampia dal 1990. A dare ulteriori indizi in merito a delle pressioni sull’indice dei prezzi al consumo sono le recenti misurazioni sul PPI statunitense di ottobre, accelerato dell’8,6% rispetto ad un anno prima. Più del 60% di questo incremento è dovuto all’aumento dei prezzi dei beni, penalizzati dai costi più alti per l’energia. L’aumento dei costi per le aziende viene trasferito ai consumatori, incrementando così le pressioni inflazionistiche. È da evidenziare inoltre come il sentiment tra le piccole imprese americane è sceso a 98,2 punti ad ottobre, ai minimi dello scorso marzo. Il 53% degli imprenditori hanno segnalato di aver aumentato i prezzi, dato più elevato dal 1986. Più del 50% dei rispondenti al sondaggio hanno dichiarato di essere intenzionati ad incrementare il prezzo dei loro beni nei prossimi tre mesi. Sempre restando in territorio USA, è da segnalare come il Congresso abbia dato il via libera al piano infrastrutturale di Joe Biden da 1.200 miliardi di dollari.

I MARKET MOVER

Focus sull'inflazione USA

Nella giornata odierna gli operatori dei mercati finanziari saranno concentrati prevalentemente sul rilascio di alcuni dati macroeconomici importanti per gli Stati Uniti. Durante la mattinata si attende il dato della produzione industriale italiana (settembre). Dal primo pomeriggio focus negli USA: si attendono infatti le misurazioni delle nuove richieste di sussidi di disoccupazione, l’inflazione di ottobre e i dati EIA sulle scorte e la produzione di greggio.

 

DATO PAESE ATTESE ORARIO

PRODUZIONE
INDUSTRIALE

ITA -0,1% 11:00
NUOVE RICHIESTE SUSSIDI

USA

265K 14:30
INFLAZIONE

USA

5,8% 14:30
SCORTE E PRODUZIONE GREGGIO

USA

1,90M 16:30

AVVERTENZA

La presente pubblicazione è stata preparata da ELP SA (l’Editore), con sede legale in Corso San Gottardo 34, 6830 Chiasso (CH), in completa autonomia e riflette quindi esclusivamente le opinioni e le valutazioni dell’Editore. Le informazioni e le opinioni contenute nella presente pubblicazione sono state ottenute o estrapolate da fonti ritenute affidabili dall’Editore; tuttavia, l’Editore non rilascia alcuna dichiarazione o garanzia in merito alla loro accuratezza, adeguatezza o completezza. BNP Paribas e le società del gruppo BNP Paribas non si assumono alcuna responsabilità per il relativo contenuto. Gli scenari, le presunzioni di calcolo, i dati e le performance passate, i prezzi stimati, gli esempi dei potenziali ricavi o le valutazioni hanno valore meramente illustrativo/informativo, senza alcuna garanzia che tali scenari o ricavi potenziali possano verificarsi o essere conseguiti. In ogni caso, l’Editore non è responsabile per qualsiasi perdita o danno, diretto o indiretto, che possa derivare dall’utilizzo dei contenuti della presente pubblicazione.

Per informazioni su ELP SA, in qualità di produttore delle raccomandazioni, sulla presentazione delle raccomandazioni e sulle posizioni e conflitti di interesse del produttore, si prega di cliccare su questo link.