USA: volano le vendite al dettaglio

17/11/2021 · PRODOTTO DA ELP SA

I principali indici di Borsa a livello globale continuano a veleggiare in area di massimi storici o di periodo. Le attenzioni degli investitori sono state rivolte ai dati macroeconomici. In particolare, le vendite al dettaglio di ottobre sono balzate dell’1,7% negli Stati Uniti. La rilevazione, che ha segnato l’incremento maggiore dallo scorso marzo, ha stupito le attese degli analisti censiti da Bloomberg, i quali si attendevano una misurazione dell’1,4%. Ad aver guidato la crescita della misurazione potrebbe anche essere l’incremento degli acquisti in vista delle festività natalizie per evitare i ritardi nelle spedizioni. Lato materie prime, è invece da segnalare come i corsi del petrolio WTI siano tornati al di sopra degli 80 dollari al barile a dispetto del report dell’IEA. Secondo l’International Energy Agency, l’offerta crescerà nel 2022 per via delle nuove ondate di Covid in Europa, l’indebolimento dell’attività industriale e i prezzi dell’oro nero più alti. Sul fronte della lotta al Covid, è da evidenziare come Pfizer abbia dichiarato che consentirà produrre in forma generica la sua pillola antivirale in 95 Paesi a basso e medio reddito. Ricordiamo come il farmaco, ancora in fase sperimentale, dovrebbe ridurre dell’89% le possibilità di ricovero e morte per i pazienti infetti dal Covid-19. Infine è da segnalare come negli USA il Presidente Joe Biden abbia firmato la legge per il piano infrastrutturale da circa 1.000 miliardi di dollari. Con questo programma, l’Amministrazione a stelle e strisce mira a riparare strade e ponti, migliorare la rete elettrica ed espandere l’accesso alla banda larga.

I MARKET MOVER

Focus sull'inflazione dell'Eurozona

Nella giornata odierna gli operatori dei mercati finanziari saranno focalizzati su alcuni dati macroeconomici di rilievo per il Vecchio Continente e gli Stati Uniti. Durante la mattinata gli investitori attenderanno l’inflazione dell’Eurozona di ottobre (dato finale). Dal primo pomeriggio l’attenzione passerà, come di consueto, oltreoceoano, per i dati macro degli Stati Uniti. Per gli USA gli operatori attenderanno i dati del mercato immobiliare con la pubblicazione dei permessi edilizi e delle nuove costruzioni abitative di ottobre. Focus inoltre sui dati delle scorte e produzione di greggio. Segnaliamo inoltre i discorsi di diversi componenti della Fed.

 

DATO PAESE ATTESE ORARIO
INFLAZIONE EUR 4,1% 11:00
PERMESSI EDILIZI

USA

2,8% 14:30
NUOVE COSTRUZIONI ABITATIVE

USA

1,3% 14:30
SCORTE E PRODUZIONE DI GREGGIO

USA

1,55M 16:00

AVVERTENZA

La presente pubblicazione è stata preparata da ELP SA (l’Editore), con sede legale in Corso San Gottardo 34, 6830 Chiasso (CH), in completa autonomia e riflette quindi esclusivamente le opinioni e le valutazioni dell’Editore. Le informazioni e le opinioni contenute nella presente pubblicazione sono state ottenute o estrapolate da fonti ritenute affidabili dall’Editore; tuttavia, l’Editore non rilascia alcuna dichiarazione o garanzia in merito alla loro accuratezza, adeguatezza o completezza. BNP Paribas e le società del gruppo BNP Paribas non si assumono alcuna responsabilità per il relativo contenuto. Gli scenari, le presunzioni di calcolo, i dati e le performance passate, i prezzi stimati, gli esempi dei potenziali ricavi o le valutazioni hanno valore meramente illustrativo/informativo, senza alcuna garanzia che tali scenari o ricavi potenziali possano verificarsi o essere conseguiti. In ogni caso, l’Editore non è responsabile per qualsiasi perdita o danno, diretto o indiretto, che possa derivare dall’utilizzo dei contenuti della presente pubblicazione.

Per informazioni su ELP SA, in qualità di produttore delle raccomandazioni, sulla presentazione delle raccomandazioni e sulle posizioni e conflitti di interesse del produttore, si prega di cliccare su questo link.