Il discorso di Powell a Jackson Hole

Prosegue l’ottimismo sui principali mercati azionari, in particolare per gli indici di Wall Street con S&P 500 e Nasdaq 100 che hanno messo a segno di recente nuovi massimi storici.

31/08/2021 · Prodotto da T-Mediahouse

Prosegue l’ottimismo sui principali mercati azionari, in particolare per gli indici di Wall Street con S&P 500 e Nasdaq 100 che hanno messo a segno di recente nuovi massimi storici. L’appuntamento più importante della scorsa settimana per i mercati è stato il simposio di Jackson Hole, che anche in questa edizione del 2021, per il secondo anno consecutivo, si è tenuto in forma virtuale a causa del Covid-19. Dal discorso del presidente della Fed, Jerome Powell, è emerso che il lancio di un eventuale tapering del QE non implicherebbe un rialzo dei tassi immediatamente successivo. E, come atteso da diversi analisti, Powell ha parlato proprio di Covid, o per la precisione di variante Delta, indicando da un lato che il tapering avverrà entro la fine di quest’anno, e sottolineando dall’altro lato l’importanza che la Fed non faccia una mossa al momento sbagliato nel rispondere a variazioni temporanee dell’economia, come quelle che si stanno manifestando quest’anno. Proprio su questo punto è di recente intervenuto il presidente della Fed di Dallas, Robert Kaplan, si è detto convinto della resilienza dell’economia americana nei confronti della variante Delta. A suo avviso, un rialzo dei tassi USA nel 2022 sarebbe così appropriato. Inoltre, la FDA statunitense ha approvato in via definitiva il vaccino Pfizer-BioNTech per le persone con oltre 16 anni di età, mossa che potrebbe aprire ad una decisione simile per il siero di Moderna. Questa settimana l’attenzione sarà quasi interamente incentrata sui dati macro in arrivo dagli USA ed in particolare quello sul mercato del lavoro di agosto. Il dato assume particolare rilevanza visto che negli ultimi due mesi si è registrata una crescita dei nuovi occupati prossima a 1 milione di unità, ed un ulteriore dato robusto potrebbe accelerare all’interno del board Fed la decisione sul tapering del QE. Da monitorare anche la riunione dell’OPEC+ che dovrà decidere se modificare o confermare l’attuale incremento mensile di 400.000 barili al giorno.

DUE SETTIMANE DI MERCATO

Valori aggiornati alle 17:35 del 27/08/2021

 

AVVERTENZA
La presente pubblicazione è stata preparata da T-Finance business unit di T-Mediahouse S.r.l. (l’Editore), con sede legale in Viale Sarca, 336 (edificio sedici), 20126, Milano, in completa autonomia e riflette quindi esclusivamente le opinioni e le valutazioni dell’Editore. Le informazioni e le opinioni contenute nella presente pubblicazione sono state ottenute o estrapolate da fonti ritenute affidabili dall’Editore tuttavia, l’Editore non rilascia alcuna dichiarazione o garanzia in merito alla loro accuratezza, adeguatezza o completezza. BNP Paribas e le società del gruppo BNP Paribas non si assumono alcuna responsabilità per il relativo contenuto. Gli scenari, le presunzioni di calcolo, i dati e le performance passate, i prezzi stimati, gli esempi dei potenziali ricavi o le valutazioni hanno valore meramente illustrativo/informativo, senza alcuna garanzia che tali scenari o ricavi potenziali possano verificarsi o essere conseguiti. In ogni caso, l’Editore non è responsabile per qualsiasi perdita o danno, diretto o indiretto, che possa derivare dall’utilizzo dei contenuti della presente pubblicazione. Per informazioni su T-Finance business unit di T-Mediahouse S.r.l., in qualità di produttore delle raccomandazioni, sulla presentazione delle raccomandazioni e sulle posizioni e conflitti di interesse del produttore, si prega di cliccare su questo link.

AVVERTENZA

Il produttore delle raccomandazioni di investimento originali non è BNP Paribas, né una delle altre società del gruppo BNP Paribas. Le informazioni che ai sensi del Regolamento (UE) n. 596/2014 si richiedono al produttore sono fornite da una terza parte, sotto la propria responsabilità, in un’avvertenza separata. Per ulteriori informazioni, clicca QUI