Market timing:Certificati tematici con una sostanziosa cedola iniziale

12/09/2022 · Prodotto da T-Finance

Le ondate di volatilità non danno tregua ai mercati azionari travolti dall’inflazione ancora elevata, tensioni geopolitiche crescenti e segnali di rallentamento economico. In un contesto pieno di incognite, gli investitori sono alla ricerca di soluzioni più difensive per navigare sui mercati. Un esempio la nuova emissione di BNP Paribas di Maxi Cash Collect certificate che arricchisce la scelta di soluzioni di investimento per una strategia income e di ottimizzazione del rendimento complessivo di portafoglio a rischio controllato grazie alla barriera di protezione del capitale osservata solo alla scadenza. I panieri dei nuovi prodotti sono stati pensati per offrire agli investitori diverse possibilità di investimento. Si trovano infatti basket costruiti sul settore energetico come il certificato (ISIN NLBNPIT1GJP7) su BP, E.ON, Snam e TotalEnergies che paga un maxi premio incondizionato dopo due mesi pari a 15 euro per strumento. Le successive cedole di 1,10 euro sono trimestrali e condizionate all’andamento del peggiore dei titoli del basket. Per incassare il premio, che gode dell’effetto memoria, è sufficiente che il sottostante con la performance peggiore sia al di sopra della barriera premio (pari al 60% del valore iniziale). Interessante, sempre in ottica settoriale, il certificato (ISIN NLBNPIT1GJT9) scritto sul paniere formato da aziende legate alle rinnovabili come Plug Power, Sunrun e Veolia. Lo strumento paga un maxi premio incondizionato a novembre 2022 pari a 18 euro. Le cedole successive trimestrali sono di 4 euro, a fronte di una barriera pari al 60%. Per esporsi, invece, al settore della sicurezza informatica, BNP Paribas mette a disposizione il certificato (ISIN NLBNPIT1GJU7) sul basket composto da Crowdstrike, Juniper e Zscaler. Il maxi premio fisso iniziale è pari 17 euro e le cedole trimestrali seguenti sono di 1,4 euro con una barriera al 60%. Diverse, dunque, le possibilità offerte dai basket di questa nuova emissione, tutti della tipologia worst of, con panieri tematici con buona correlazione (tendenzialmente meno rischiosi) a basket di titoli meno correlati e quindi in grado di pagare premi più sostanziosi. Il concetto sembra essere controintuitivo ma sta nel fatto che titoli dello stesso settore e molto correlati tra loro hanno meno probabilità di quelli de-correlati di vedere un sottostante del paniere prendere la strada “sbagliata” portando con sé la performance complessiva del certificato.

 

AVVERTENZA
La presente pubblicazione è stata preparata da T-Finance business unit di T-Mediahouse S.r.l. (l’Editore), con sede legale in Viale Sarca, 336 (edificio sedici), 20126, Milano, in completa autonomia e riflette quindi esclusivamente le opinioni e le valutazioni dell’Editore. Le informazioni e le opinioni contenute nella presente pubblicazione sono state ottenute o estrapolate da fonti ritenute affidabili dall’Editore tuttavia, l’Editore non rilascia alcuna dichiarazione o garanzia in merito alla loro accuratezza, adeguatezza o completezza. BNP Paribas e le società del gruppo BNP Paribas non si assumono alcuna responsabilità per il relativo contenuto. Gli scenari, le presunzioni di calcolo, i dati e le performance passate, i prezzi stimati, gli esempi dei potenziali ricavi o le valutazioni hanno valore meramente illustrativo/informativo, senza alcuna garanzia che tali scenari o ricavi potenziali possano verificarsi o essere conseguiti. In ogni caso, l’Editore non è responsabile per qualsiasi perdita o danno, diretto o indiretto, che possa derivare dall’utilizzo dei contenuti della presente pubblicazione. Per informazioni su T-Finance business unit di T-Mediahouse S.r.l., in qualità di produttore delle raccomandazioni, sulla presentazione delle raccomandazioni e sulle posizioni e conflitti di interesse del produttore, si prega di cliccare su questo link.

AVVERTENZA

Il produttore delle raccomandazioni di investimento originali non è BNP Paribas, né una delle altre società del gruppo BNP Paribas. Le informazioni che ai sensi del Regolamento (UE) n. 596/2014 si richiedono al produttore sono fornite da una terza parte, sotto la propria responsabilità, in un’avvertenza separata. Per ulteriori informazioni, clicca QUI