Nel nuovo Cash Collect di Bnp c’è credito e chip

Abbiamo selezionato un prodotto della gamma di Cash Collect di ultima emissione di Bnp Paribas, codice Isin NLBNPIT128C0

11/05/2021 · Tema di Investimento a cura di Websim - Intermonte

Abbiamo selezionato un prodotto della gamma di Cash Collect di ultima emissione di Bnp Paribas, codice Isin NLBNPIT128C0, e sottostanti due blue chip italiane, Unicredit e Stm, che oggi quota in sconto a 99 euro. Il prodotto prevede, a partire dal 26 luglio, cedole condizionate trimestrali da 3,2 euro con barriera cedola al 70%

Vaccinazioni e riavvio dei settori chiave, come semiconduttori e trasporti, c’è probabilmente questo nella roadmap della ripartenza del mondo post pandemia.

Intanto, in Borsa, il settore tech europeo, oggi perde il 2,2% e scivola sui minimi delle ultime cinque settimane.

Fa paura il forte incremento dei prezzi alla produzione emersi stanotte in Cina (+6,8%), c’è il timore che una ripartenza dell’inflazione sia dannosa soprattutto per le società ad alta crescita e multipli esasperati.

Ma da inizio anno, l’indice Stoxx del settore Tech europeo è ancora in crescita del +9,8%, percentuale allineata a quello dell’indice Stoxx globale (+9,5%).

Per ripartire, i tech europei hanno bisogno di un’accelerazione della campagna vaccinale, ma anche dello sblocco del collo di bottiglia che strozza la produzione dei chip, componentistica divenuta fondamentale e strettamente correlata alla futura ripresa di molti settori chiave del mercato; dall’AI ai data center, dalla cybersecurity all’ automotive.

A stupire invece gli investitori è il settore banking, con le banche italiane sui massimi degli ultimi 14 mesi con una performance performance che si si è ampliata a un +24%. Spicca Unicredit, +28% da inizio anno.

Per investire su due blue chip italiane con visione di lungo periodo, abbiamo selezionato un prodotto della gamma di Cash Collect di ultima emissione di Bnp Paribas, codice Isin NLBNPIT128C0, con sottostanti Unicredit e Stm, che oggi quota in sconto a 99 euro.

Il prodotto prevede, a partire dal 26 luglio, cedole condizionate trimestrali da 3,2 eu (pagamento al 02/08), che sarà distribuito a condizione che i due sottostanti non perdano oltre il 30% dai rispettivi livelli iniziali (barriera cedola al 70%). 

Il certificate ha una durata di due anni, gode dell’effetto memoria e, da ottobre, darà la possibilità di rimborso anticipato. 

Ai livelli attuali, i due sottostanti sono ancora distanti dai livelli di barriera.

Rimborso anticipato trimestrale 

Il certificate gode della possibilità di rimborso anticipato che è attivo dal 26 ottobre 2021, con pagamento al 02/11 che scatterà se i due sottostanti si riporteranno, nelle date di valutazione trimestrali, ad un valore eguale o superiore a quello iniziale. 

Per un’overview completa, qui il link alla pagina prodotto.  

Rimborso a scadenza (26 aprile 2023) 

Se il certificate non scade anticipatamente, alla data di valutazione finale l’investitore riceverà 100 euro più il premio relativo al trimestre in corso. 

Se il prezzo di anche solo uno dei due sottostanti, alla data di valutazione finale, si troverà sotto al suo livello di barriera (70%), l’investitore riceverà un pagamento eguale alla performance del peggior sottostante rispetto al livello iniziale.

Per la brochure completa sui certificati Cash collect di Bnp, qui il link alla pagina emittente dove potrete trovarne la descrizione dettagliata.

Attenzione: Questo articolo è stato scritto grazie alla sponsorizzazione di un emittente o di un itermediario. Le informazioni in esso contenute non devono essere considerate né interpretate come consulenza in materia di investimenti. Eventuali punti di vista e/o opinioni espressi non sono intesi e non devono essere interpretate come raccomandazioni o consigli di investimento, fiscali e/o legali. Orafinanza.it non si assume alcuna responsabilità per azioni, costi, spese, danni e perdite subiti a seguito di informazioni, punti di vista o opinioni presenti su questo sito. Prima di intraprendere decisioni di investimento, invitiamo gli utenti a leggere la documentazione regolamentare sempre disponibile per legge sul sito dell'emittente ed ottenere una consulenza professionale.

AVVERTENZA

Il produttore delle raccomandazioni di investimento originali non è BNP Paribas, né una delle altre società del gruppo BNP Paribas. Le informazioni che ai sensi del Regolamento (UE) n. 596/2014 si richiedono al produttore sono fornite da una terza parte, sotto la propria responsabilità, in un’avvertenza separata. Per ulteriori informazioni, clicca QUI