Unicredit: long dopo il via libera della BCE sui buyback

31/08/2022 · Trade idea di Investire.biz

Analisi

E’ molto probabile che dai dati relativi l’inflazione europea, il dato relativo i prezzi al consumo tedeschi ad agosto ha toccato un massimo da 40 anni attestandosi all’8,8%, arrivino indicazioni decisive per capire quelle che saranno le future mosse della BCE. 


Le decisioni di politica monetaria che saranno adottate il prossimo 8 settembre avranno forti ripercussioni sul comparto bancario italiano: se da un lato la pressione rialzista sui rendimenti dei titoli di Stato dovrebbe essere contenuta dallo stesso istituto guidato da Christine Lagarde, i futuri rialzi dei tassi promettono di avere un effetto positivo sulla redditività degli istituti di credito.

Questo effetto sarà amplificato dagli stimoli, sotto forma di finanziamenti a condizioni super-favorevoli, messi in campo negli ultimi anni dalla Banca Centrale europea. 

Strategia Operativa

Per ora da Francoforte è arrivato il via libera ad UniCredit all’esecuzione della seconda tranche del programma di riacquisto di azioni proprie del 2021 per un importo massimo di 1 miliardo di euro.

In un simile contesto, riteniamo che le azioni dell’istituto di Piazza Gae Aulenti siano in grado di riportarsi sopra quota 10 euro.

Ecco i livelli operativi:

Livello di igresso: 9,55

Stop loss: 8,9

Target price: 10,15

Per questo trade abbiamo scelto il certificato Turbo con ISIN: NLBNPIT1BXP9

Iscriviti al canale Telegram di BNP Paribas

Analisi a cura dell'Ufficio Studi di Investire.biz

Livelli operativi

 

Sottostante

UniCredit

Livello di ingresso

9,55

Stop Loss

8,9

Target Price

10,15

Trade Idea

UniCredit Turbo Long

 

AVVERTENZA

La presente pubblicazione è stata preparata da ELP SA (l’Editore), con sede legale in Corso San Gottardo 34, 6830 Chiasso (CH), in completa autonomia e riflette quindi esclusivamente le opinioni e le valutazioni dell’Editore. Le informazioni e le opinioni contenute nella presente pubblicazione sono state ottenute o estrapolate da fonti ritenute affidabili dall’Editore; tuttavia, l’Editore non rilascia alcuna dichiarazione o garanzia in merito alla loro accuratezza, adeguatezza o completezza. BNP Paribas e le società del gruppo BNP Paribas non si assumono alcuna responsabilità per il relativo contenuto. Gli scenari, le presunzioni di calcolo, i dati e le performance passate, i prezzi stimati, gli esempi dei potenziali ricavi o le valutazioni hanno valore meramente illustrativo/informativo, senza alcuna garanzia che tali scenari o ricavi potenziali possano verificarsi o essere conseguiti. In ogni caso, l’Editore non è responsabile per qualsiasi perdita o danno, diretto o indiretto, che possa derivare dall’utilizzo dei contenuti della presente pubblicazione.

Per informazioni su ELP SA, in qualità di produttore delle raccomandazioni, sulla presentazione delle raccomandazioni e sulle posizioni e conflitti di interesse del produttore, si prega di cliccare su questo link.

AVVERTENZA

Il produttore delle raccomandazioni di investimento originali non è BNP Paribas, né una delle altre società del gruppo BNP Paribas. Le informazioni che ai sensi del Regolamento (UE) n. 596/2014 si richiedono al produttore sono fornite da una terza parte, sotto la propria responsabilità, in un’avvertenza separata. Per ulteriori informazioni, clicca QUI