• | A A A
  • Moody's Aa3
  • Rating BNP Paribas S&P A+

Prodotti di Borsa, BNP Paribas

Investimenti
La banca per un mondo che cambia

Archivio Trade Idea

  • 28/01/2020
    STRATEGIA TURBO - UNICREDIT
    CODICE ISIN NL0014037079

    Di seguito alcune idee speculative su base grafica e di "newsflow", Long o Short. E' preferibile, ma non obbligatorio, chiudere le posizioni in giornata. 

    Per orizzonti temporali più ampi, si rimanda alle schede nella sezione di Analisi Tecnica. 

    I - UNICREDIT (ultimo prezzo 12,34 euro). Newsflow: il tasso del 10 anni è sceso fino a 1,03% e il differenziale tra Italia e Germania sul segmento decennale fino a 143 punti base. In questo senso Goldman Sachs considera possibile un'ulteriore compressione dello spread a 120 punti base.

    Operatività: si suggerisce di comprare il seguente Turbo LONG a codice Isin NL0014037079 in apertura. 


    __________________________________________

    Trattandosi di strumenti a rischio molto elevato, si invita a leggere con estrema attenzione le seguenti AVVERTENZE 

    www.websim.it

  • 28/01/2020
    ANALISI DEL SOTTOSTANTE: STMICROELECTRONICS
    CODICE ISIN NL0013491806

    debole in avvio d'ottava a Piazza Affari. Le prese di profitto si abbattono sul titolo che ha fatto meglio dall'inizio del 2020 e che venerdì scorso ha chiuso sui livelli record dal 2002. In uno scenario in cui prevalgono le preoccupazioni per le conseguenze sull'economia mondiale del coronavirus. Per quanto riguarda Stm, che giovedì scorso ha alzato il velo sui conti del quarto trimestre e su un outlook per il trimestre in corso migliore delle attese, sotto i fari le parole dell'amministratore delegato del gruppo Jean-Marc Chery che in una intervista a "Il Corriere della Sera" ha confermato l'obiettivo di medio termine di 12 miliardi di dollari di ricavi. Il manager, alla guida del gruppo italiano-francese dei chip dal giugno del 2018, ha ampiamente parlato del settore dei semiconduttori. "Ci sono condizioni di mercato in ripresa. E nel prossimo trimestre ci sarà una importante conferma delle dinamiche in corso. Quanto al settore degli smartphone - uno dei nostri più importanti mercati di sbocco - prevediamo che la domanda si mantenga vivace nel 2020", spiega il ceo dalle colonne del quotidiano di via Solferino.

    Per informazioni su Brown Editore S.r.l., in qualità di produttore delle raccomandazioni, sulla presentazione delle raccomandazioni e sulle posizioni e conflitti di interesse del produttore, si prega di cliccare su questo link.

  • 28/01/2020
    ANALISI DEL SOTTOSTANTE: STMICROELECTRONICS
    CODICE ISIN NL0013491806

    debole in avvio d'ottava a Piazza Affari. Le prese di profitto si abbattono sul titolo che ha fatto meglio dall'inizio del 2020 e che venerdì scorso ha chiuso sui livelli record dal 2002. In uno scenario in cui prevalgono le preoccupazioni per le conseguenze sull'economia mondiale del coronavirus. Per quanto riguarda Stm, che giovedì scorso ha alzato il velo sui conti del quarto trimestre e su un outlook per il trimestre in corso migliore delle attese, sotto i fari le parole dell'amministratore delegato del gruppo Jean-Marc Chery che in una intervista a "Il Corriere della Sera" ha confermato l'obiettivo di medio termine di 12 miliardi di dollari di ricavi. Il manager, alla guida del gruppo italiano-francese dei chip dal giugno del 2018, ha ampiamente parlato del settore dei semiconduttori. "Ci sono condizioni di mercato in ripresa. E nel prossimo trimestre ci sarà una importante conferma delle dinamiche in corso. Quanto al settore degli smartphone - uno dei nostri più importanti mercati di sbocco - prevediamo che la domanda si mantenga vivace nel 2020", spiega il ceo dalle colonne del quotidiano di via Solferino.

    Per informazioni su Brown Editore S.r.l., in qualità di produttore delle raccomandazioni, sulla presentazione delle raccomandazioni e sulle posizioni e conflitti di interesse del produttore, si prega di cliccare su questo link.

  • 28/01/2020
    Enel: strategie short di breve necessitano di ulteriore conferma
    CODICE ISIN NL0014088817

    Dopo aver segnato i massimi da ottobre 2000, le azioni Enel hanno iniziato a fornire alcuni segnali di incertezza.


    Enel, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

    La candela di ieri si può infatti configurare come una Shooting star e, se contestualizzata con la barra dello scorso 24 gennaio, si nota un pattern di Harami bearish.

    Il tutto è corroborato da un RSI in ipercomprato che ha dato vita a una divergenza di inversione ribassista. Per finire, le quotazioni si trovano a ridosso di una zona particolarmente sensibile, nell'intorno della soglia psicologica degli 8 euro.

    Questi elementi da soli però non bastano per portare avanti l'ipotesi di un'inversione della solida tendenza rialzista che accompagna il titolo, ma una correzione sembra possibile.

    Un eventuale ribasso potrebbe avere due obiettivi, il primo, più conservativo, si può identificare in area 7,35 euro, dove transita la linea di tendenza che unisce i massimi del 18 luglio a quelli del 27 settembre 2019, il secondo sul livello statico a 6,983 euro, lasciato in eredità dai top del 18 luglio 2019.

    Da queste ultime aree, i compratori potrebbero tornare alla carica, portando i corsi al test della parte superiore del canale ascendente evidenziato sul grafico.

    Strategie operative su Enel

    Da un punto di vista operativo, si potrebbero valutare strategie di natura short nel breve periodo in caso di discese al di sotto di 7,63 euro. Lo stop loss andrebbe posto a 7,91 euro, mentre l'obiettivo principale a 7,35 euro, piuttosto conservativo. Il target finale è invece localizzato a 7,30 euro.

    Per questo tipo di operatività, si potrebbero sfruttare le potenzialità del certificato Turbo Long di BNP Paribas con ISIN NL0014088817 e leva 6,33.

    AVVERTENZA

    La presente pubblicazione è stata preparata da Forex Media S.r.l. (l’Editore), con sede legale in Via di Vigna Fabbri, 5, 00179, Roma, in completa autonomia e riflette quindi esclusivamente le opinioni e le valutazioni dell’Editore. Le informazioni e le opinioni contenute nella presente pubblicazione sono state ottenute o estrapolate da fonti ritenute affidabili dall’Editore; tuttavia, l’Editore non rilascia alcuna dichiarazione o garanzia in merito alla loro accuratezza, adeguatezza o completezza. BNP Paribas e le società del gruppo BNP Paribas e le società del gruppo BNP Paribas non si assumono alcuna responsabilità per il relativo contenuto. Gli scenari, le presunzioni di calcolo, i dati e le performance passate, i prezzi stimati, gli esempi dei potenziali ricavi o le valutazioni hanno valore meramente illustrativo/informativo, senza alcuna garanzia che tali scenari o ricavi potenziali possano verificarsi o essere conseguiti. In ogni caso, l’Editore non è responsabile per qualsiasi perdita o danno, diretto o indiretto, che possa derivare dall’utilizzo dei contenuti della presente pubblicazione.

    Per informazioni su Forex Media S.r.l., in qualità di produttore delle raccomandazioni, sulla presentazione delle raccomandazioni e sulle posizioni e conflitti di interesse del produttore, si prega di cliccare su questo link.

  • 27/01/2020
    Azioni Fca torneranno Protagoniste nel 2020?
    CODICE ISIN NL0014036014

    Le Azioni Fca torneranno Protagoniste nel 2020? Andiamo ad analizzare insieme il grafico e la situazione del titolo automobilistico. Quadro Grafico FCA si lascia alle spalle un 2019 estramamente volatile (minimo 10.93€ – massimo 15.31€) ma chiuso in netta sotto performance rispetto all’indice italiano: +4.04% contro il +28.28% dell’indice mib. La partenza del 2020 è […]

    The post Azioni Fca torneranno Protagoniste nel 2020? appeared first on SosTrader.

    Le Azioni Fca torneranno Protagoniste nel 2020? Andiamo ad analizzare insieme il grafico e la situazione del titolo automobilistico.

    Quadro Grafico

    FCA si lascia alle spalle un 2019 estramamente volatile (minimo 10.93€ – massimo 15.31€) ma chiuso in netta sotto performance rispetto all’indice italiano: +4.04% contro il +28.28% dell’indice mib.

    La partenza del 2020 è stata a marcia indietro -7.97% nelle prime 17 sedute dell’anno!
    In effetti i prezzi sono tornati sui livelli che batteva prima dell’annuncio dell’accordo con Peugeot, condizionati dalla debolezza del settore auto.

    Strategia operativa

    Il titolo è attualmente sui minimi dal 28 Ottobre avendo perso quasi 3€ dai massimi toccati il 4 novembre a 14.78€.
    I prezzi si avvicinano a un livello di supporto interessante rappresentato dagli 11€.

    Negli ultimi mesi i corsi hanno sempre rimbalzato in quell’area disegnando un interessante TRIPLO MINIMO
    Possibile quindi iniziare una serie di acquisti all’approssimarsi di area 11€, che potrebbe (ancora una volta) opporsi alla discesa dei prezzi

    Come sono Posizionate le Mani Forti e le banche d’affari?

    In questo momento non ci sono “scommesse ribassiste” di investitori istituzionali sul titolo; ovvero non ci sono aperte Posizioni nette Corte rilevanti (ovvero maggiori dello 0.5% del capitale)

    Riguardo le raccomandazioni delle banche d’affari negli ultimi 6 mesi il 57.9% (11 operatori) hanno espresso il giudizio BUY

    Relativamente ai target price, sempre prendendo a riferimento gli ultimi 6 mesi, la Media è 15.88€.
    Il più basso è 13€ che ha dato EXANE l’11 Ottobre. Mentre il più alto è stato dato il 4 novembre da HSBC a 18.2€

     

    Il Business di FCA

    Fiat Chrysler Automobiles N.V. è impegnata nella progettazione, ingegneria, produzione, distribuzione e vendita di veicoli.
    Progetta, ingegnerizza, produce, distribuisce e vende veicoli per il mercato di massa con i marchi Abarth, Alfa Romeo, Chrysler, Dodge, Fiat, Fiat Professional, Jeep e Ram e la designazione di veicoli con prestazioni da strada e da competizione (SRT).
    Progetta, ingegnerizza, produce, distribuisce e vende veicoli di lusso con il marchio Maserati.
    Opera nei settori dei componenti e dei sistemi di produzione con i marchi Teksid e Comau

    Dettagli Azioni FCA

    ISIN NL0010877643
    Settore Consumer Cyclical
    Capitalizzazione (mln) 18.667,05
    Max 52 sett. 14,78
    Min 52 sett. 10,93
    Ultimo dividendo 0,65
    P/E normalizzato 3,8293
    EPS d’esercizio 2,3013
    ROE d’esercizio 14,8327

    DALLA TEORIA ALLA PRATICA

    Se si desidera investire su FCA, impiegando una quantità di capitale ridotto attraverso l’uso della Leva finanziaria, uno strumento indicato potrebbe essere un CERTIFICATO TURBO LONG

    Nello specifico abbiamo selezionato 2 prodotti (entrambi con scadenza  19.06.20) a secondo della propensione al rischio:

    1. Qualora si abbia un APPROCCIO AGGRESSIVO analizziamo il  Turbo Long FCA con ISIN NL0014036014
    In questo caso il Livello Knock Out è posizionato a 10,8€: in sostanza se FCA perde circa il 10% circa  dai livelli attuali il prodotto si azzera.
    La Leva che offre questo prodotto è in questo momento del 12,55%: in sostanza un eventuale incremente dell’8% di FCA consentirà di raddoppiare l’investimento

    2. APPROCCIO CONSERVATIVO: In tal caso prendiamo in considerazione il  Turbo Long con ISIN  NL0014083289
    Su questo prodotto il livello di Knock Out è decisamente più basso, posizionato a 10,1€
    Naturalmente la Leva è meno spinta: nel momento in cui scriviamo è pari a 8,28€
    In sostanza questo prodotto è adeguato a chi ha una visione rialzista sulle azioni FCA;  e ritiene che da qui a metà Giugno il titolo non vada sotto la soglia dei 10.1€.

    The post Azioni Fca torneranno Protagoniste nel 2020? appeared first on SosTrader.

  • 27/01/2020
    STRATEGIA TURBO - UNICREDIT
    CODICE ISIN NL0014037079

    Di seguito alcune idee speculative su base grafica e di "newsflow", Long o Short. E' preferibile, ma non obbligatorio, chiudere le posizioni in giornata. 

    Per orizzonti temporali più ampi, si rimanda alle schede nella sezione di Analisi Tecnica. 

    I - UNICREDIT (ultimo prezzo 12,44 euro). Newsflow: Lo spread tra Btp e Bund tedeschi risente subito dell'esito delle elezioni regionali in Emilia-Romagna. Il differenziale scende a 141 punti base, 15 punti in meno. Buona notizia per il settore bancario.

    Operatività: si suggerisce di comprare il seguente Turbo LONG a codice Isin NL0014037079 in apertura. 


    __________________________________________

    Trattandosi di strumenti a rischio molto elevato, si invita a leggere con estrema attenzione le seguenti AVVERTENZE 

    www.websim.it

  • 27/01/2020
    ANALISI DEL SOTTOSTANTE: ATLANTIA
    CODICE ISIN NL0013307556

    Il mercato non perde di vista la storia di Atlantia in primo piano dopo le dichiarazioni del nuovo a.d. Carlo Bertazzo che confida di poter evitare la revoca della concessione autostradale. In una intervista a “La Stampa” conferma la volontà di trovare un accordo, mantenendo però l'equilibrio economico-finanziario del gruppo. Più in generale, il ceo conferma anche la volontà di trasformare Atlantia in una holding strategica di partecipazioni. Le parole di Bertazzo, insieme a quelle del ministro Gualtieri ("Il governo sta cercando una soluzione equilibrata per Aspi") evidenziano la presenza di margini per una negoziazione e il titolo Atlantia ne beneficia. Sostegno arriva sia dalle parole del ceo Bertazzo sia dal ritorno di rumor relativi al possibile spin-off di Autostrade per l'Italia. È Il Sole 24 Ore a rilanciare questa ipotesi rimarcando come si tratta di un passaggio che potrebbe inserirsi nella trattativa con il Governo per definire una volta per tutte il destino della concessione. Lo spin off sarebbe infatti visto con favore da alcuni esponenti politici e potenziali investitori.

    Per informazioni su Brown Editore S.r.l., in qualità di produttore delle raccomandazioni, sulla presentazione delle raccomandazioni e sulle posizioni e conflitti di interesse del produttore, si prega di cliccare su questo link.

  • 27/01/2020
    FTSE Mib: prezzi non superano il muro dei 24.000 punti, favoriti short di breve
    CODICE ISIN NL0014086480

    Nelle scorse sedute, il FTSE Mib è stato nuovamente respinto dalla coriacea soglia psicologica dei 24.000 punti.


    FTSE Mib, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

    La barra del 24 gennaio 2020 ha chiuso evidenziando fiacchezza, con i prezzi che da un lato sono riusciti a reagire dopo il breakout della linea di tendenza che unisce i minimi del 14 agosto e 3 ottobre 2019, dall'altro hanno effettuato una chiusura intorno al 50% del range.

    Per i corsi, quello attuale potrebbe trattarsi di un pullback (un po' impreciso) della trendline menzionata prima. In tal caso, verrebbe confermata la divergenza di inversione bearish sull'RSI a 14 periodi. Inoltre, il livello orizzontale a 24.003,6406 punti, lasciato in eredità dai massimi del 20 dicembre 2019, si confermerebbe come livello più importante nel breve periodo per il fronte ribassista.

    Un impulso discendente potrebbe spingersi verso l'area dei 23.000 punti, dove transita la linea di tendenza ottenuta collegando i top del 12 e 27 novembre 2019. A rafforzare la zona è anche il livello dinamico che collega i massimi del 21 settembre 2018 e dell'11 luglio 2019. In tal senso, a ridosso del supporto menzionato si potrebbe ricominciare la ricerca di occasioni d'acquisto.

    Strategie operative sul FTSE Mib

    Da un punto di vista operativo, nel breve periodo si potrebbero valutare strategie di natura short in caso di discesa sotto i minimi di venerdì, a 23.848,46 punti. Lo stop loss andrebbe posto a 24.360 punti, mentre l'obiettivo principale a 23.250 punti. Il target finale è invece individuabile a 23.150 punti.

    Per questo tipo di operatività, si adatta il Certificato Turbo Short di BNP Paribas di ISIN NL0014086480 e leva 5,58.

    AVVERTENZA

    La presente pubblicazione è stata preparata da Forex Media S.r.l. (l’Editore), con sede legale in Via di Vigna Fabbri, 5, 00179, Roma, in completa autonomia e riflette quindi esclusivamente le opinioni e le valutazioni dell’Editore. Le informazioni e le opinioni contenute nella presente pubblicazione sono state ottenute o estrapolate da fonti ritenute affidabili dall’Editore; tuttavia, l’Editore non rilascia alcuna dichiarazione o garanzia in merito alla loro accuratezza, adeguatezza o completezza. BNP Paribas e le società del gruppo BNP Paribas e le società del gruppo BNP Paribas non si assumono alcuna responsabilità per il relativo contenuto. Gli scenari, le presunzioni di calcolo, i dati e le performance passate, i prezzi stimati, gli esempi dei potenziali ricavi o le valutazioni hanno valore meramente illustrativo/informativo, senza alcuna garanzia che tali scenari o ricavi potenziali possano verificarsi o essere conseguiti. In ogni caso, l’Editore non è responsabile per qualsiasi perdita o danno, diretto o indiretto, che possa derivare dall’utilizzo dei contenuti della presente pubblicazione.

    Per informazioni su Forex Media S.r.l., in qualità di produttore delle raccomandazioni, sulla presentazione delle raccomandazioni e sulle posizioni e conflitti di interesse del produttore, si prega di cliccare su questo link.

  • 24/01/2020
    STRATEGIA TURBO - STM
    CODICE ISIN NL0014036717


    Di seguito alcune idee speculative su base grafica e di "newsflow", Long o Short. E' preferibile, m.a non obbligatorio, chiudere le posizioni in giornata. 

    Per orizzonti temporali più ampi, si rimanda alle schede nella sezione di Analisi Tecnica. 

    I - STM [STM.MI] (27 euro, ultimo prezzo). Newsflow: Barclays ha alzato il target da 30 a 32 euro, rafforzando la raccomandazione Overweight. Ieri il titolo è salito del 6,5% dopo la pubblicazione dei conti 2019 e delle stime sul primo trimestre 2020. Stanotte Intel +5% nell'afterhours grazie a una trimestrale eccellente.


    Operazione: riproponiamo la seguente strategia. Acquistare il seguente Certificate turbo LONG in apertura.

    ISIN: NL0014036717


     




    __________________________________________

    Trattandosi di strumenti a rischio molto elevato, si invita a leggere con estrema attenzione le seguenti AVVERTENZE 

  • 24/01/2020
    Leonardo: rottura supporto complica la situazione dei compratori nel breve periodo
    CODICE ISIN NL0014036386

    Nelle recenti sedute, le azioni Leonardo hanno interrotto la ripartenza iniziata a inizio dicembre 2019.


    Leonardo, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

    A fermare l'avanzata dei compratori è stata principalmente la linea di tendenza ottenuta collegando i massimi del 13 settembre e 8 novembre 2019.

    I corsi si trovano ora al test del supporto orizzontale lasciato in eredità dai top del 24 settembre 2019 che, se dovesse cedere, permetterebbe ai venditori di spingere il titolo dapprima verso la media mobile semplice a 200 giorni, per poi passare alla trendline che collega i minimi del 14 marzo a quelli del 13 agosto 2019.

    Da diversi mesi, i prezzi sono compressi in una fase lateral-rialzista, delimitata inferiormente dal livello dinamico menzionato prima, e superiormente da quello di lungo periodo ottenuto collegando i top del 10 novembre 2017 a quelli del 15 luglio 2019.

    Al fine di riprendere una fase di rialzo, le quotazioni dovrebbero portarsi al di sopra dei 12 euro, baluardo del fronte ribassista che da diversi anni respinge i continui attacchi del fronte degli acquirenti.

    Strategie operative su Leonardo

    Operativamente, si potrebbe sfruttare una discesa al di sotto dei minimi di ieri per implementare una strategia di matrice short da 10,89 euro. Lo stop loss sarebbe individuabile a ridosso di un livelli piuttosto vicini, a 11,50 euro, mentre l'obiettivo principale a 10,26 euro.

    Per questa strategia, si adatta particolarmente bene il certificato Turbo Short di BNP Paribas di ISIN NL0014036386 e leva 3,87.

    AVVERTENZA

    La presente pubblicazione è stata preparata da Forex Media S.r.l. (l’Editore), con sede legale in Via di Vigna Fabbri, 5, 00179, Roma, in completa autonomia e riflette quindi esclusivamente le opinioni e le valutazioni dell’Editore. Le informazioni e le opinioni contenute nella presente pubblicazione sono state ottenute o estrapolate da fonti ritenute affidabili dall’Editore; tuttavia, l’Editore non rilascia alcuna dichiarazione o garanzia in merito alla loro accuratezza, adeguatezza o completezza. BNP Paribas e le società del gruppo BNP Paribas e le società del gruppo BNP Paribas non si assumono alcuna responsabilità per il relativo contenuto. Gli scenari, le presunzioni di calcolo, i dati e le performance passate, i prezzi stimati, gli esempi dei potenziali ricavi o le valutazioni hanno valore meramente illustrativo/informativo, senza alcuna garanzia che tali scenari o ricavi potenziali possano verificarsi o essere conseguiti. In ogni caso, l’Editore non è responsabile per qualsiasi perdita o danno, diretto o indiretto, che possa derivare dall’utilizzo dei contenuti della presente pubblicazione.

    Per informazioni su Forex Media S.r.l., in qualità di produttore delle raccomandazioni, sulla presentazione delle raccomandazioni e sulle posizioni e conflitti di interesse del produttore, si prega di cliccare su questo link.

  • 24/01/2020
    ANALISI DEL SOTTOSTANTE: STMICROELECTRONICS
    CODICE ISIN NL0013491806

    Giornata sotto i riflettori per Stmicroelectronics che vola in Borsa in scia a una trimestrale migliore delle attese e dopo avere snocciolato previsioni superiori al previsto. Il gruppo ha archiviato il quarto trimestre del 2019 con ricavi pari a 2,75 miliardi di dollari, in aumento del 4% rispetto al corrispondente periodo del 2018, oltre il consensus Bloomberg fermo a 2,68 miliardi. Oltre le aspettative anche l'utile netto pari a 393 milioni, contro i 337 milioni stimati dagli analisti, sebbene sia sceso del 6% su base annua. Miglio-re delle attese anche l'outlook per l'inizio 2020. Stm stima per il primo trimestre ricavi netti per 2,36 miliardi, come valore intermedio, corrispondenti a una crescita anno su anno del 13,7%. Il mercato aveva previsto una stima di 2,24 miliardi. Per l'intero 2020, il gruppo intende investire circa 1,5 miliardi di dol-lari in spese in conto capitale a sostegno delle iniziative strategiche e della crescita dei ricavi, "per continuare a procedere verso il raggiungimento, a medio termine, di 12 miliardi di dollari di ricavi".

    Per informazioni su Brown Editore S.r.l., in qualità di produttore delle raccomandazioni, sulla presentazione delle raccomandazioni e sulle posizioni e conflitti di interesse del produttore, si prega di cliccare su questo link.

  • 23/01/2020
    STRATEGIA TURBO - STM
    CODICE ISIN NL0014036717


    Di seguito alcune idee speculative su base grafica e di "newsflow", Long o Short. E' preferibile, m.a non obbligatorio, chiudere le posizioni in giornata. 

    Per orizzonti temporali più ampi, si rimanda alle schede nella sezione di Analisi Tecnica. 

    I - STM [STM.MI] (25,34 euro, ultimo prezzo). Newsflow: risultati del quarto trimestre 2019 e proiezioni del primo trimestre 2020 sopra le attese.


    Operazione: proponiamo la seguente strategia. Acquistare il seguente Certificate turbo LONG in apertura.

    ISIN: NL0014036717


     




    __________________________________________

    Trattandosi di strumenti a rischio molto elevato, si invita a leggere con estrema attenzione le seguenti AVVERTENZE 

  • 23/01/2020
    ANALISI DEL SOTTOSTANTE: ATLANTIA
    CODICE ISIN NL0013033103

    ha rimbalzato ieri a Piazza Affari. Il premier Giuseppe Conte non si è sbottonato sulla decisione che verrà presa in merito alla possibile revoca della concessione autostradale ad Autostrade per l’Italia, anche se ha nuovamente sottolineato le gravi inadempienze emerse nella manutenzione. Il mercato guarda però soprattutto agli ultimi sviluppi politici con il capo politico del Movimento 5 Stelle (M5S), Luigi Di Maio, che si è dimesso da capo del partito già prima delle elezioni in Emilia e quindi anche prima che venga presa dal governo una decisione sulla revoca della concessione. Essendo il M5S il partito che richiedeva con maggiore forza la revoca della concessione di Aspi, è possibile che un cambio al vertice del M5S possa facilitare le negoziazioni. Intanto il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, si è detto contrario alla revoca della concessione, sottolineando che non deve diventare un caso politico. Il timore di Boccia è che lo stesso approccio possa avvenire anche per altri settori facendo regredire l’intera nazione.

    Per informazioni su Brown Editore S.r.l., in qualità di produttore delle raccomandazioni, sulla presentazione delle raccomandazioni e sulle posizioni e conflitti di interesse del produttore, si prega di cliccare su questo link.

  • 23/01/2020
    Eni: prevale la debolezza, ma attenzione ai supporti
    CODICE ISIN NL0014035784

    Dopo aver toccato nuovi massimi dal 20 settembre 2019, le azioni Eni hanno iniziato a ritracciare. Le vendite sono poi accelerate, fino ad invalidare interamente l'impulso rialzista iniziato a fine novembre 2019.


    Eni, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

    A respingere i corsi sono stati principalmente tre livelli: il primo individuabile nella linea di tendenza che unisce i top dell'11 luglio a quelli del 20 settembre 2019, il secondo nella media mobile semplice a 200 giorni e il terzo nella resistenza statica lasciata in eredità dai massimi del 23 settembre 2019.

    Oltre a questo, a corroborare la validità resistenziale dell'area è stato l'intorno del livello di chiusura del gap down aperto dal 23 settembre 2019.

    Nella seduta di ieri i prezzi hanno effettuato la rottura della linea di tendenza che collega i minimi del 16 agosto 2019 e sembrano mirare ad un nuovo test del supporto orizzontale transitante a 13,42 euro, derivante dai lows del 27 dicembre 2018.

    Se questa zona di concentrazione di domanda dovesse venire violata con forza, i venditori potrebbero incrementare la loro pressione, spingendosi anche al di sotto dei lows 2019.

    Strategie operative su Eni

    Guardando anche all'RSI settato a 14 periodi, si nota come l'oscillatore stia per entrare nella fase di ipervenduto, fatto che anche in passato ha attirato i compratori.

    La combinazione tra questo elemento e l'area supportiva evidenziata potrebbe richiamare nuovi acquirenti. A tal proposito, si potrebbero valutare strategie di natura long da 13,35 euro, con stop loss individuabile a 12,82 e obiettivo principale a 13,92 euro. Il target finale sarebbe invece localizzato a ridosso della soglia psicologica 14 euro.

    Per questo tipo di operatività, si adatta il certificato Turbo Long di BNP Paribas di ISIN NL0014035784 e leva 5,71.

    AVVERTENZA

    La presente pubblicazione è stata preparata da Forex Media S.r.l. (l’Editore), con sede legale in Via di Vigna Fabbri, 5, 00179, Roma, in completa autonomia e riflette quindi esclusivamente le opinioni e le valutazioni dell’Editore. Le informazioni e le opinioni contenute nella presente pubblicazione sono state ottenute o estrapolate da fonti ritenute affidabili dall’Editore; tuttavia, l’Editore non rilascia alcuna dichiarazione o garanzia in merito alla loro accuratezza, adeguatezza o completezza. BNP Paribas e le società del gruppo BNP Paribas e le società del gruppo BNP Paribas non si assumono alcuna responsabilità per il relativo contenuto. Gli scenari, le presunzioni di calcolo, i dati e le performance passate, i prezzi stimati, gli esempi dei potenziali ricavi o le valutazioni hanno valore meramente illustrativo/informativo, senza alcuna garanzia che tali scenari o ricavi potenziali possano verificarsi o essere conseguiti. In ogni caso, l’Editore non è responsabile per qualsiasi perdita o danno, diretto o indiretto, che possa derivare dall’utilizzo dei contenuti della presente pubblicazione.

    Per informazioni su Forex Media S.r.l., in qualità di produttore delle raccomandazioni, sulla presentazione delle raccomandazioni e sulle posizioni e conflitti di interesse del produttore, si prega di cliccare su questo link.

  • 22/01/2020
    STRATEGIA TURBO - STM
    CODICE ISIN NL0014036717


    Di seguito alcune idee speculative su base grafica e di "newsflow", Long o Short. E' preferibile, m.a non obbligatorio, chiudere le posizioni in giornata. 

    Per orizzonti temporali più ampi, si rimanda alle schede nella sezione di Analisi Tecnica. 

    I - STM [STM.MI] (25,10 euro, ultimo prezzo). Newsflow: Société Générale alza il target sul titolo da 26,522 euro a 29,3 euro. Rafforza il BUY:


    Operazione: proponiamo la seguente strategia. Acquistare il seguente Certificate turbo LONG in apertura.

    ISIN: NL0014036717


     




    __________________________________________

    Trattandosi di strumenti a rischio molto elevato, si invita a leggere con estrema attenzione le seguenti AVVERTENZE 

  • 22/01/2020
    ANALISI DEL SOTTOSTANTE: MONCLER
    CODICE ISIN NL0013035942

    è stata travolta dalle vendite a Piazza Affari, insieme a Salvatore Ferragamo e agli altri titoli del comparto del lusso a livello mondiale, in scia ai crescenti timori di contagio del coronavirus in Cina. Un focolaio di virus ha mostrato segni di peggioramento in vista delle vacanze del Capodanno in Cina, un periodo importante di festa e di turismo per i cinesi, che rappresentano il 35% dello spending di lusso, di cui circa 2/3 all'estero. Il timore degli investitori è che il nuovo virus possa diventare come la Sars, che nel 2003 uccise 800 persone in Asia, che aveva causato un impatto sui consumi domestici. Al momento, si sono sviluppati contagi anche in altri paesi dell'area asiatica, come Corea e Giappone. L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha convocato il Comitato di emergenza per valutare se l’epidemia costituisce un’emergenza di sanità pubblica di interesse internazionale e quali raccomandazioni dovrebbero essere fatte per gestirlo.

    Per informazioni su Brown Editore S.r.l., in qualità di produttore delle raccomandazioni, sulla presentazione delle raccomandazioni e sulle posizioni e conflitti di interesse del produttore, si prega di cliccare su questo link.

  • 22/01/2020
    Banco BPM: azioni pronte ad uscire dalla congestione
    CODICE ISIN NL0014086886

    I prezzi di Banco BPM si trovano al test della parte superiore della congestione che prosegue da ottobre 2019.


    Banco BPM, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

    La lateralità in essere è delimitata da due elementi grafici: la parte superiore è identificabile nella linea di tendenza che unisce i top del 17 ottobre a quelli del 13 dicembre 2019, la parte inferiore è individuabile collegando i massimi del 20 settembre 2018 a quelli del 2 maggio 2019.

    Se i compratori dovessero dare un ulteriore segnale di forza portandosi dapprima al di sopra di 2,13 euro, per poi passare a 2,22 euro, si avrebbe una conferma più decisa di una continuazione del movimento ascendente iniziato nella seconda metà di agosto 2019.

    In tal caso infatti, oltre a venire superata la fase di congestione menzionata prima, si verificherebbe la rottura della resistenza orizzontale lasciata in eredità dai massimi del primo marzo 2019.

    Per i venditori invece, invertire l'attuale tendenza di breve periodo appare difficile. Le quotazioni dovrebbero infatti spingersi al di sotto di 1,90 euro, area corroborata dal transito di tre coriacei supporti: la trendline discendente citata prima che delimita l'area di congestione, il livello statico derivante dai top del 4 luglio 2019 e dalla media mobile semplice a 200 giorni.

    Strategie operative su Banco BPM

    Se i corsi dovessero evidenziare ulteriore forza, si potrebbero valutare delle strategie di natura long da 2,093 euro. Lo stop loss sarebbe identificabile a 1,978 euro, mentre l'obiettivo principale a 2,21 euro. Il target finale è invece localizzato a 2,22 euro.

    Per questo tipo di strategia, il certificato Turbo Long di BNP Paribas con ISIN NL0014086886 e leva 3,77 si adatta bene.

    AVVERTENZA

    La presente pubblicazione è stata preparata da Forex Media S.r.l. (l’Editore), con sede legale in Via di Vigna Fabbri, 5, 00179, Roma, in completa autonomia e riflette quindi esclusivamente le opinioni e le valutazioni dell’Editore. Le informazioni e le opinioni contenute nella presente pubblicazione sono state ottenute o estrapolate da fonti ritenute affidabili dall’Editore; tuttavia, l’Editore non rilascia alcuna dichiarazione o garanzia in merito alla loro accuratezza, adeguatezza o completezza. BNP Paribas e le società del gruppo BNP Paribas e le società del gruppo BNP Paribas non si assumono alcuna responsabilità per il relativo contenuto. Gli scenari, le presunzioni di calcolo, i dati e le performance passate, i prezzi stimati, gli esempi dei potenziali ricavi o le valutazioni hanno valore meramente illustrativo/informativo, senza alcuna garanzia che tali scenari o ricavi potenziali possano verificarsi o essere conseguiti. In ogni caso, l’Editore non è responsabile per qualsiasi perdita o danno, diretto o indiretto, che possa derivare dall’utilizzo dei contenuti della presente pubblicazione.

    Per informazioni su Forex Media S.r.l., in qualità di produttore delle raccomandazioni, sulla presentazione delle raccomandazioni e sulle posizioni e conflitti di interesse del produttore, si prega di cliccare su questo link.

  • 21/01/2020
    ANALISI DEL SOTTOSTANTE: TELECOM ITALIA
    CODICE ISIN NL0011833801

    ancora sotto pressione a Piazza Affari. Ieri il titolo della maggior tlc italiana cha vissuto un'altra seduta sottotono. Da inizio anno il titolo segna un calo consistente dell’8% che la pone come peggior performer dell’intero Ftse Mib. Pesa tra gli investitori lo scenario di incertezza legato alla rete unica, con le ultime indicazioni che vedono una situazione di stallo nelle negoziazioni tra Tim, Enel e Cdp. Intanto Bloomberg ha riportato alcuni dettagli sul piano di investimenti che Telecom sta predisponendo per ampliare la copertura in FTTH. Il piano prevede la copertura entro il 2023 di 39 città di medie dimensioni con un bacino potenziale di 1,3 milioni di abitazioni e un investimento totale di 465 milioni. Telecom sta verificando l’interesse a investire insieme a operatori retail (come era stato fatto con Fastweb attraverso FlashFiber), a wholesale (stile Open Fiber) e a fondi infrastrutturali.

    Per informazioni su Brown Editore S.r.l., in qualità di produttore delle raccomandazioni, sulla presentazione delle raccomandazioni e sulle posizioni e conflitti di interesse del produttore, si prega di cliccare su questo link.

  • 21/01/2020
    STRATEGIA TURBO - SAIPEM
    CODICE ISIN NL0014036618


    Di seguito alcune idee speculative su base grafica e di "newsflow", Long o Short. E' preferibile, ma non obbligatorio, chiudere le posizioni in giornata. 

    Per orizzonti temporali più ampi, si rimanda alle schede nella sezione di Analisi Tecnica. 

    I - SAIPEM [SPMI.MI] (ultimo prezzo 4,4320 euro). Newsflow: Goldman Sachs promuove il titolo da neutral a buy.


    Operazione: proponiamo il seguente turbo certificate Turbo LONG in apertura.

    ISIN: NL0014036618


     


     



    Trattandosi di strumenti a rischio molto elevato, si invita a leggere con estrema attenzione le seguenti AVVERTENZE  


    messaggio promozionale
    www.websim.it

  • 21/01/2020
    Mediobanca: prezzi sopra il supporto, quali livelli monitorare per la ripartenza?
    CODICE ISIN NL0014083594

    Nella seduta di ieri, le azioni Mediobanca hanno proseguito la fase di debolezza, portandosi nuovamente verso i lows dello scorso 6 gennaio.


    Mediobanca, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

    In generale, le quotazioni si trovano inserite in un trend positivo, evidenziato dalla linea di tendenza che unisce i lows del 2 gennaio a quelli del 4 febbraio 2019. La tenuta di questa linea sarà di fondamentale importanza nel medio periodo, in quanto una sua rottura potrebbe far incrementare le pressioni ribassiste fino al successivo livello di concentrazione di domanda a 8 euro.

    Al momento però in area 9,666 euro, dove attualmente veleggiano i prezzi, transita un importante supporto statico, lasciato in eredità dai massimi del 15 aprile 2019. Tale sostegno ha già fermato per ben tre volte i tentativi di affondo dei venditori, dimostrando la sua solidità.

    A corroborare il livello orizzontale è anche un potenziale modello di doppio minimo (un po' spurio) creato con i lows del 6 e 20 gennaio scorsi. Se tale modello dovesse venire confermato, il suo obiettivo minimo si aggirerebbe nell'intorno dei 10,48 euro.

    In ogni caso, per assistere ad una ripartenza da parte dei corsi è necessaria una violazione della trendline di breve periodo disegnata con i minimi del 5 novembre e 13 dicembre 2019.

    Strategie operative su Mediobanca

    Da un punto di vista operativo, si potrebbero valutare strategie di natura long da 9,92 euro. Lo stop loss sarebbe individuabile al di sotto della media mobile semplice a 200 giorni, a 9,46 euro, mentre l'obiettivo principale a 10,40. Il target finale è invece localizzato a 10,42.

    Per questo tipo di strategia, si adatta bene il certificato Turbo Long di BNP Paribas con ISIN NL0014083594 e leva 5,08.

    AVVERTENZA

    La presente pubblicazione è stata preparata da Forex Media S.r.l. (l’Editore), con sede legale in Via di Vigna Fabbri, 5, 00179, Roma, in completa autonomia e riflette quindi esclusivamente le opinioni e le valutazioni dell’Editore. Le informazioni e le opinioni contenute nella presente pubblicazione sono state ottenute o estrapolate da fonti ritenute affidabili dall’Editore; tuttavia, l’Editore non rilascia alcuna dichiarazione o garanzia in merito alla loro accuratezza, adeguatezza o completezza. BNP Paribas e le società del gruppo BNP Paribas e le società del gruppo BNP Paribas non si assumono alcuna responsabilità per il relativo contenuto. Gli scenari, le presunzioni di calcolo, i dati e le performance passate, i prezzi stimati, gli esempi dei potenziali ricavi o le valutazioni hanno valore meramente illustrativo/informativo, senza alcuna garanzia che tali scenari o ricavi potenziali possano verificarsi o essere conseguiti. In ogni caso, l’Editore non è responsabile per qualsiasi perdita o danno, diretto o indiretto, che possa derivare dall’utilizzo dei contenuti della presente pubblicazione.

    Per informazioni su Forex Media S.r.l., in qualità di produttore delle raccomandazioni, sulla presentazione delle raccomandazioni e sulle posizioni e conflitti di interesse del produttore, si prega di cliccare su questo link.

  • 20/01/2020
    STRATEGIA TURBO - SAIPEM
    CODICE ISIN NL0014036618


    Di seguito alcune idee speculative su base grafica e di "newsflow", Long o Short. E' preferibile, ma non obbligatorio, chiudere le posizioni in giornata. 

    Per orizzonti temporali più ampi, si rimanda alle schede nella sezione di Analisi Tecnica. 

    I - SAIPEM [SPMI.MI] (ultimo prezzo 4,4040 euro). Newsflow: Brent +1%, il generale Khalifa Haftar chiude i porti in Libia sotto il suo controllo. La Libia produce 1,2 milioni di barili al giorno. 


    Operazione: proponiamo il seguente turbo certificate Turbo LONG in apertura.

    ISIN: NL0014036618


     


     



    Trattandosi di strumenti a rischio molto elevato, si invita a leggere con estrema attenzione le seguenti AVVERTENZE  


    messaggio promozionale
    www.websim.it

  • 20/01/2020
    ANALISI DEL SOTTOSTANTE: PRYSMIAN
    CODICE ISIN NL0013641541

    Reazione positiva del titolo in Borsa dopo gli ultimi aggiornamenti sul progetto Western Link, che lo scorso 12 gennaio è stato interrotto a causa di un guasto. Il gruppo dei cavi ha individuato la posizione del guasto, nel polo 2 della parte sud del collegamento terrestre, e avviato le procedure per completare le attività nel minor tempo possibile. La localizzazione del problema nella sezione terrestre del cavo rappresenta una notizia positiva, secondo alcuni analisti, in quanto riduce lo scenario più negativo di un potenziale interessamento della sezione deep-water del cavo, evitando quindi l'utilizzo della nave. Ma i possibili risvolti del problema al collegamento Western Link non sono ancora stati tutti chiariti. Prysmian sta infatti valutando effetti economici sul bilancio 2019.

    Per informazioni su Brown Editore S.r.l., in qualità di produttore delle raccomandazioni, sulla presentazione delle raccomandazioni e sulle posizioni e conflitti di interesse del produttore, si prega di cliccare su questo link.

  • 20/01/2020
    Eur/Usd: compratori riusciranno a reagire sulla soglia psicologica a 1,11?
    CODICE ISIN NL0014087991

    Sull'Eur/Usd prosegue la debolezza iniziata nel corso del 2020, con i corsi che non riescono a riportarsi sui massimi di dicembre 2019.


    Eur/Usd, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

    Dal punto di vista grafico, dopo un impulso rialzista messo a segno a partire da ottobre 2019, i prezzi hanno fermato la loro avanzata a ridosso della soglia psicologica di 1,12, area di passaggio della resistenza lasciata in eredità dai massimi del 26 agosto 2019.

    I compratori non sono riusciti a mantenersi al di sopra di tale ostacolo, e le quotazioni hanno iniziato a correggere, portandosi al di sotto della media mobile semplice a 200 giorni e della linea di tendenza che unisce i minimi dell'1 ottobre e 14 novembre 2019.

    Nella giornata dello scorso venerdì 17 gennaio, il cambio ha dato vita a una barra ad ampio range negativa, simile a quelle che hanno fatto accelerare il ribasso nel 2020.

    Attualmente, gli acquirenti stanno provando a reagire sul supporto derivante dai massimi del 5 settembre dello scorso anno, corroborato dal 38,2% del ritracciamento di Fibonacci disegnato dai lows dell'1 ottobre ai top del 31 dicembre 2019.

    Vista la momentanea situazione di inside di oggi e l'importanza del livello di concentrazione di domanda in essere, sarebbe ragionevole attendersi un falso breakout da parte dei venditori, con i corsi che avrebbero la possibilità di riprendere la strada del rialzo.

    Se invece la pressione ribassista dovesse intensificarsi, le quotazioni tornerebbero verso il livello di concentrazione di domanda ereditato dai top del 3 ottobre 2019, a 1,0999.

    Strategie operative su Eur/Usd

    Da un punto di vista operativo, si potrebbe attendere una reazione dei prezzi a 1,1059 per valutare strategie di natura long. Lo stop loss andrebbe posto a 1,0975, mentre l'obiettivo principale a 1,1155. Il target finale sarebbe invece localizzato a 1,1170.

    Per questo tipo di operatività si adatta particolarmente bene il certificato Turbo Long di BNP Paribas di ISIN NL0014087991 e leva 8,42.

    AVVERTENZA

    La presente pubblicazione è stata preparata da Forex Media S.r.l. (l’Editore), con sede legale in Via di Vigna Fabbri, 5, 00179, Roma, in completa autonomia e riflette quindi esclusivamente le opinioni e le valutazioni dell’Editore. Le informazioni e le opinioni contenute nella presente pubblicazione sono state ottenute o estrapolate da fonti ritenute affidabili dall’Editore; tuttavia, l’Editore non rilascia alcuna dichiarazione o garanzia in merito alla loro accuratezza, adeguatezza o completezza. BNP Paribas e le società del gruppo BNP Paribas e le società del gruppo BNP Paribas non si assumono alcuna responsabilità per il relativo contenuto. Gli scenari, le presunzioni di calcolo, i dati e le performance passate, i prezzi stimati, gli esempi dei potenziali ricavi o le valutazioni hanno valore meramente illustrativo/informativo, senza alcuna garanzia che tali scenari o ricavi potenziali possano verificarsi o essere conseguiti. In ogni caso, l’Editore non è responsabile per qualsiasi perdita o danno, diretto o indiretto, che possa derivare dall’utilizzo dei contenuti della presente pubblicazione.

    Per informazioni su Forex Media S.r.l., in qualità di produttore delle raccomandazioni, sulla presentazione delle raccomandazioni e sulle posizioni e conflitti di interesse del produttore, si prega di cliccare su questo link.

  • 17/01/2020
    STRATEGIA TURBO - STM
    CODICE ISIN NL0014083735


    Di seguito alcune idee speculative su base grafica e di "newsflow", Long o Short. E' preferibile, m.a non obbligatorio, chiudere le posizioni in giornata. 

    Per orizzonti temporali più ampi, si rimanda alle schede nella sezione di Analisi Tecnica. 

    I - STM [STM.MI] (24,76 euro, ultimo prezzo).  Newsflow: Deutsche Bank alza il target sul titolo da 25 euro a 30 euro.


    Operazione: proponiamo la seguente strategia. Acquistare il seguente Certificate turbo LONG in apertura.

    ISIN: NL0014083735




    __________________________________________

    Trattandosi di strumenti a rischio molto elevato, si invita a leggere con estrema attenzione le seguenti AVVERTENZE 

  • 17/01/2020
    ANALISI DEL SOTTOSTANTE: FCA
    CODICE ISIN NL0012667760

    rimane indietro in Europa, evidenziando a dicembre vendite in crescita ma a un ritmo più lento rispetto al mercato e agli altri principali costruttori europei. Il gruppo ha immatricolato oltre 69.400 vetture, il 13,8% in più rispetto allo stesso mese del 2018 per una quota del 5,5%. Tuttavia l'aumento è decisamente inferiore rispetto a quello del mercato, salito del 21,4%. Peggio di lei fa solo la promessa sposa PSA Group, che mostra addirittura un ribasso delle immatricolazioni. Le cose non vanno meglio guardando all'intero 2019: mentre il mercato sale dell'1,2%, Fca registra un calo delle del 7,3% rispetto all'anno prima. La quota si è attestata al 6%.Giù le vendite di tutti i marchi, tranne che per Lancia. Le vendite di Lancia nel 2019 sono state 58.900, in crescita del 20,6% rispetto al 2018 per una quota dello 0,4%, +0,1 punti percentuali in confronto all’anno precedente.

    Per informazioni su Brown Editore S.r.l., in qualità di produttore delle raccomandazioni, sulla presentazione delle raccomandazioni e sulle posizioni e conflitti di interesse del produttore, si prega di cliccare su questo link.

  • 17/01/2020
    Petrolio WTI: area supportiva raggiunta, via a strategie long
    CODICE ISIN NL0013883374

    Negli scorsi giorni, le quotazioni del petrolio WTI hanno subito un forte indebolimento.


    Petrolio WTI, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

    Tra i 62,99 e i 64,57 dollari infatti, transitano due coriacee resistenze: la prima ottenuta collegando i massimi del 20 maggio a quelli del 16 settembre 2019, la seconda derivante dai top del 4 giugno 2018. I venditori hanno poi incrementato la loro pressione, spingendosi al di sotto della trendline che collega i minimi dell'11 e 31 dicembre 2019.

    Dopo aver proseguito la discesa, i prezzi hanno incontrato l'area di concentrazione di domanda corroborata dalla linea di tendenza che unisce i lows del 10 ottobre e del 29 novembre 2019, dal supporto ereditato dai top del 21 novembre 2019 e dalla media mobile semplice a 200 giorni.

    Oltre a ciò, a rinforzare ulteriormente tale zona è il 50% del ritracciamento di Fibonacci disegnato dai minimi del 3 ottobre 2019 ai massimi dell'8 gennaio 2020.

    La presenza di un così ricco gruppo di supporti potrebbe creare le condizioni per una ripartenza dell'oro nero, specie nel caso in cui si dovesse verificare un recupero dei top di ieri, a 58,87 dollari al barile.

    Al contrario, discese al di sotto di 57,36 dollari determinerebbero un'ulteriore debolezza delle quotazioni, che avrebbero la possibilità di accelerare il ribasso.

    Strategie operative sul petrolio WTI

    Da un punto di vista operativo, si potrebbero valutare strategie di natura long da 58,81 dollari al barile, con stop loss identificabile a 56,80 dollari, e obiettivo principale a 61,40 dollari. Il target più ambizioso sarebbe invece localizzato a 62 dollari.

    Per questo tipo di operatività, si adatta particolarmente bene il certificato Turbo Long di BNP Paribas di ISIN NL0013883374 e leva 4,27.

    AVVERTENZA

    La presente pubblicazione è stata preparata da Forex Media S.r.l. (l’Editore), con sede legale in Via di Vigna Fabbri, 5, 00179, Roma, in completa autonomia e riflette quindi esclusivamente le opinioni e le valutazioni dell’Editore. Le informazioni e le opinioni contenute nella presente pubblicazione sono state ottenute o estrapolate da fonti ritenute affidabili dall’Editore; tuttavia, l’Editore non rilascia alcuna dichiarazione o garanzia in merito alla loro accuratezza, adeguatezza o completezza. BNP Paribas e le società del gruppo BNP Paribas e le società del gruppo BNP Paribas non si assumono alcuna responsabilità per il relativo contenuto. Gli scenari, le presunzioni di calcolo, i dati e le performance passate, i prezzi stimati, gli esempi dei potenziali ricavi o le valutazioni hanno valore meramente illustrativo/informativo, senza alcuna garanzia che tali scenari o ricavi potenziali possano verificarsi o essere conseguiti. In ogni caso, l’Editore non è responsabile per qualsiasi perdita o danno, diretto o indiretto, che possa derivare dall’utilizzo dei contenuti della presente pubblicazione.

    Per informazioni su Forex Media S.r.l., in qualità di produttore delle raccomandazioni, sulla presentazione delle raccomandazioni e sulle posizioni e conflitti di interesse del produttore, si prega di cliccare su questo link.

  • 16/01/2020
    ANALISI DEL SOTTOSTANTE: ATLANTIA
    CODICE ISIN NL0012667471

    rimane sotto i riflettori in vista di una possibile revoca delle concessioni ad Autostrade. Mancherebbe infatti poco al giorno del giudizio per la società controllata da Atlantia, holding che fa capo alla famiglia Benetton. L'unico dell'esecutivo giallorosso contrario a infliggere la punizione rimane Matteo Renzi, leader di Italia Viva. Per il resto, stando almeno ai rumor de La Stampa, il governo Conte bis avrebbe preso la sua decisione per una revoca delle concessioni. L'iniziativa forse al consiglio dei ministri di venerdì, o al massimo a quello successivo. Intanto Atlantia starebbe pensando di aprire il capitale a F2i. Secondo Il Messaggero, ci sarebbero contatti con f2i ed un'eventuale entrata della società nel gruppo sarebbe ben accolta. Atlantia sarebbe pronta anche ad aprire il capitale di Adr e di Telepass.

    Per informazioni su Brown Editore S.r.l., in qualità di produttore delle raccomandazioni, sulla presentazione delle raccomandazioni e sulle posizioni e conflitti di interesse del produttore, si prega di cliccare su questo link.

  • 16/01/2020
    STRATEGIA TURBO - UBI
    CODICE ISIN NL0014036956


    Di seguito alcune idee speculative su base grafica e di "newsflow", Long o Short. E' preferibile, ma non obbligatorio, chiudere le posizioni in giornata. 

    Per orizzonti temporali più ampi, si rimanda alle schede nella sezione di Analisi Tecnica. 

    I - UBI [UBI.MI] (2,258 euro, ultimo prezzo). Newsflow: Gli analisti di Goldman Sachs hanno alzato il prezzo obiettivo a 4,25 euro da 3,25 promuovendo il titolo a Buy da Neutral.


    Operazione:


    Proponiamo il seguente Certificate Long su Ubi da comprare in apertura. 


    ISIN: NL0014036956



    __________________________________________

    Trattandosi di strumenti a rischio molto elevato, si invita a leggere con estrema attenzione le seguenti AVVERTENZE 


     



  • 16/01/2020
    UBI Banca: discese possono ancora considerarsi occasioni rialziste
    CODICE ISIN NL0014036949

    Nelle scorse sessioni, le quotazioni di UBI Banca hanno iniziato a correggere parte del rialzo messo a segno negli ultimi mesi del 2019.


    UBI Banca, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

    Dal punto di vista grafico, i corsi hanno dato vita ad un modello di doppio massimo in area 3,093 euro, confermato nelle recenti giornate di contrattazione con la rottura della neckline.

    Anche se la proiezione del target della figura si attesterebbe nell'area di transito della media mobile semplice a 200 giorni (2,589 euro), i compratori potrebbero riprendere gli acquisti nella zona compresa tra 2,666 e 2,73 euro.

    Questo perché tale area è corroborata da due importanti livelli: il primo di natura statica, lasciato in eredità dai top dell'8 luglio 2019, il secondo è dinamico ed è ottenuto collegando i top del 21 ottobre a quelli dell'8 novembre 2019.

    La zona di concentrazione di domanda in essere è corroborata anche dal 38,2% del ritracciamento di Fibonacci disegnato dai lows del 13 agosto 2019 a quelli del 26 novembre 2019. Oltre a questo, si deve considerare che la tendenza rimane ancora rialzista nel medio periodo.

    I venditori potrebbero invece incrementare la loro pressione nel caso in cui la SMA 200 subisse una rottura: in tal senso, le quotazioni potrebbero raggiungere senza eccessivi problemi il livello orizzontale derivante dai massimi del 6 giugno 2019, a 2,439 euro.

    Strategie operative su UBI Banca

    Visto quanto emerso nell'analisi tecnica, si potrebbero valutare strategie di natura long da 2,668 euro. Lo stop loss sarebbe identificabile a 2,54 euro, mentre l'obiettivo principale a 2,80 euro. Il target finale sarebbe invece identificabile a 2,83 euro.

    Per questo tipo di strategia, si adatta il certificato Turbo Long di BNP Paribas di ISIN NL0014036949 e leva 4,37.

    AVVERTENZA

    La presente pubblicazione è stata preparata da Forex Media S.r.l. (l’Editore), con sede legale in Via di Vigna Fabbri, 5, 00179, Roma, in completa autonomia e riflette quindi esclusivamente le opinioni e le valutazioni dell’Editore. Le informazioni e le opinioni contenute nella presente pubblicazione sono state ottenute o estrapolate da fonti ritenute affidabili dall’Editore; tuttavia, l’Editore non rilascia alcuna dichiarazione o garanzia in merito alla loro accuratezza, adeguatezza o completezza. BNP Paribas e le società del gruppo BNP Paribas e le società del gruppo BNP Paribas non si assumono alcuna responsabilità per il relativo contenuto. Gli scenari, le presunzioni di calcolo, i dati e le performance passate, i prezzi stimati, gli esempi dei potenziali ricavi o le valutazioni hanno valore meramente illustrativo/informativo, senza alcuna garanzia che tali scenari o ricavi potenziali possano verificarsi o essere conseguiti. In ogni caso, l’Editore non è responsabile per qualsiasi perdita o danno, diretto o indiretto, che possa derivare dall’utilizzo dei contenuti della presente pubblicazione.

    Per informazioni su Forex Media S.r.l., in qualità di produttore delle raccomandazioni, sulla presentazione delle raccomandazioni e sulle posizioni e conflitti di interesse del produttore, si prega di cliccare su questo link.

  • 15/01/2020
    STRATEGIA TURBO - POSTE ITALIANE
    CODICE ISIN NL0013878077


    Di seguito alcune idee speculative su base grafica e di "newsflow", Long o Short. E' preferibile, ma non obbligatorio, chiudere le posizioni in giornata. 

    Per orizzonti temporali più ampi, si rimanda alle schede nella sezione di Analisi Tecnica. 

    I - POSTE ITALIANE [PST.MI] (10,06 euro, ultimo prezzo). Newsflow: Goldman Sachs alza il target sul titolo a 13,50 euro da 13 euro con giudizio "buy".

    Operazione:
    proponiamo la seguente strategia. Comprare il seguente Certificate Mini LONG in apertura.

    ISIN: NL0013878077



    __________________________________________

    Trattandosi di strumenti a rischio molto elevato, si invita a leggere con estrema attenzione le seguenti AVVERTENZE 

    www.websim.it


  • 15/01/2020
    ANALISI DEL SOTTOSTANTE: UNICREDIT
    CODICE ISIN NL0013031495

    accelera nel funding. La banca di Piazza Gae Aulenti ha collocato due emissioni Senior Non-Preferred per un valore complessivo di 2 miliardi di euro. L’importo complessivo emesso rappresenta la più grande transazione obbligazionaria unsecured in euro per il mercato istituzionale mai effettuata da Unicredit. Nel dettaglio è stato lanciato un titolo Senior Non-Preferred (strumenti di debito chirografario di secondo livello) callable con scadenza a 6 anni richiamabile dopo 5 anni, per un importo di 1,25 miliardi ed un titolo Senior Non-Preferred con scadenza a 10 anni per 750 milioni. Le emissioni sono parte del Funding Plan per il 2020 presentato al Capital Market Day lo scorso 3 dicembre. Già settimana scorsa Unicredit aveva lanciato un bond subordinato Tier 2 a 12 anni per 1,25 miliardi.

    Per informazioni su Brown Editore S.r.l., in qualità di produttore delle raccomandazioni, sulla presentazione delle raccomandazioni e sulle posizioni e conflitti di interesse del produttore, si prega di cliccare su questo link.

  • 15/01/2020
    Mediobanca: recupero area 10 euro necessario per prosecuzione rimbalzo
    CODICE ISIN NL0014083594

    Nelle scorse sedute, le azioni Mediobanca hanno dato vita a quattro sessioni negative di fila.


    Mediobanca, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

    A respingere i corsi è stata principalmente la linea di tendenza che unisce i massimi del 5 novembre a quelli del 13 dicembre 2019. In questo quadro, si evidenzia come i prezzi siano in una sorta di compressione dopo aver frenato la discesa (cominciata a novembre dello scorso anno), inseriti tra il livello dinamico menzionato prima e quello statico ereditato dai top del 15 aprile 2019.

    Il verso dell'uscita da questa zona potrebbe determinare la direzione dei prezzi nel prossimo futuro: una rottura rialzista, preferibilmente con chiusure giornaliere superiori ai 10 euro in primis, e 10,20 euro in secondo luogo, potrebbe permettere alle quotazioni di riassorbire il gap down aperto dal 18 novembre 2019, per poi tornare sopra i top dello scorso anno.

    Al contrario, violazioni di area 9,60 euro seguite da discese sotto la media mobile semplice a 200 giorni, determinerebbero un nuovo test dei 9 euro, dove transita la trendline ottenuta collegando i minimi del 2 gennaio a quelli del 4 febbraio 2019.

    Strategie operative su Mediobanca

    Operativamente, si potrebbero valutare strategie di natura rialzista in caso di recupero di 9,90 euro. Lo stop loss andrebbe posto al di sotto di 9,58 euro, mentre l'obiettivo principale a 10,30 euro. Il target finale sarebbe invece localizzato a 10,32 euro.

    Per questa strategia, si adatta particolarmente bene il certificato Turbo Long di BNP Paribas con ISIN NL0014083594 e leva 4,79.

    AVVERTENZA

    La presente pubblicazione è stata preparata da Forex Media S.r.l. (l’Editore), con sede legale in Via di Vigna Fabbri, 5, 00179, Roma, in completa autonomia e riflette quindi esclusivamente le opinioni e le valutazioni dell’Editore. Le informazioni e le opinioni contenute nella presente pubblicazione sono state ottenute o estrapolate da fonti ritenute affidabili dall’Editore; tuttavia, l’Editore non rilascia alcuna dichiarazione o garanzia in merito alla loro accuratezza, adeguatezza o completezza. BNP Paribas e le società del gruppo BNP Paribas e le società del gruppo BNP Paribas non si assumono alcuna responsabilità per il relativo contenuto. Gli scenari, le presunzioni di calcolo, i dati e le performance passate, i prezzi stimati, gli esempi dei potenziali ricavi o le valutazioni hanno valore meramente illustrativo/informativo, senza alcuna garanzia che tali scenari o ricavi potenziali possano verificarsi o essere conseguiti. In ogni caso, l’Editore non è responsabile per qualsiasi perdita o danno, diretto o indiretto, che possa derivare dall’utilizzo dei contenuti della presente pubblicazione.

    Per informazioni su Forex Media S.r.l., in qualità di produttore delle raccomandazioni, sulla presentazione delle raccomandazioni e sulle posizioni e conflitti di interesse del produttore, si prega di cliccare su questo link.

  • 14/01/2020
    STRATEGIA TURBO - UNICREDIT
    CODICE ISIN NL0014037079

    Di seguito alcune idee speculative su base grafica e di "newsflow", Long o Short. E' preferibile, ma non obbligatorio, chiudere le posizioni in giornata. 

    Per orizzonti temporali più ampi, si rimanda alle schede nella sezione di Analisi Tecnica. 

    I - UNICREDIT (ultimo prezzo 13,29 euro). Newsflow: la società ha collocato due emissioni obbligazionarie per un controvalore totale di 2 miliardi di euro, domanda sopra i 4 miliardi

    Operatività: si suggerisce di comprare il seguente Turbo LONG a codice Isin NL0014037079 in apertura. 


    __________________________________________

    Trattandosi di strumenti a rischio molto elevato, si invita a leggere con estrema attenzione le seguenti AVVERTENZE 

    www.websim.it

  • 14/01/2020
    ANALISI DEL SOTTOSTANTE: PRYSMIAN
    CODICE ISIN NL0013878192

    ha iniziato la settimana a Piazza Affari sotto pressione in scia alla notizia di problemi sul collegamento Western Link. La società dei cavi ha fatto sapere che il collegamento è stato interrotto lo scorso venerdì ed è attualmente non in funzione. Sono in corso le verifiche per capirne le cause. Il Western Link, già al centro di alcune criticità in passato, è un progetto di collegamento ad alta tensione in corrente continua tra la Scozia, l’Inghilterra e il Galles e che raggiunge la tensione record di 600 kV, la classe più elevata, per un cavo isolato, mai messa in esercizio al mondo (ad oggi il massimo è 500 kV). L’intero progetto “chiavi in mano” è stato eseguito in consorzio tra Prysmian, responsabile della progettazione, produzione, installazione e collaudo dei cavi, e Siemens, responsabile delle stazioni di conversione. L'ultima comunicazione ufficiale di Prysmian, infatti, risaliva allo scorso novembre, quando la società aveva annunciato che il collegamento Western Link era stato preso in consegna dal cliente National Grid Electricity Transmission e ScottishPower Transmission.

    Per informazioni su Brown Editore S.r.l., in qualità di produttore delle raccomandazioni, sulla presentazione delle raccomandazioni e sulle posizioni e conflitti di interesse del produttore, si prega di cliccare su questo link.

  • 14/01/2020
    Intesa Sanpaolo: prezzi guardano ai supporti di breve
    CODICE ISIN NL0014036287

    Dalla seconda metà di ottobre 2019, le quotazioni di Intesa Sanpaolo hanno iniziato a lateralizzare, fermando la salita che proseguiva da agosto dello scorso anno.


    Intesa Sanpaolo, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

    Graficamente, l'avanzata dei compratori è stata fermata dal livello statico a 2,355 euro, lasciato in eredità dai massimi del 17 aprile 2019.

    Dopo aver violato la linea di tendenza che unisce i minimi del 13 agosto a quelli dell'8 ottobre 2019, i prezzi hanno messo a segno un affondo, salvo poi effettuare il riassorbimento dello stesso grazie al supporto statico a 2,185 euro, derivante dai top del 13 settembre dello scorso anno.

    A quel punto, i corsi dell'istituto di credito hanno incominciato un'altra gamba rialzista, fermatasi poco sopra la soglia psicologica dei 2,40 euro. I venditori sono entrati in gioco in quel momento, forti della divergenza di inversione bearish che si può osservare sull'RSI settato a 14 periodi.

    La pressione ribassista di tale discesa non è riuscita a portarsi al di sopra della trendline di breve che unisce i massimi del 20 e 27 dicembre 2019.

    Un segnale negativo per il quadro tecnico si avrà nel momento in cui i prezzi torneranno a lavorare il livello orizzontale a 2,3195 euro, lasciato in eredità dai minimi del 6 novembre 2019. In tal caso, vi sono maggiori possibilità di assistere ad un ritorno verso area 2,20 euro.

    Al contrario, segnali positivi si paleserebbero nell'eventualità in cui il livello dinamico di breve menzionato prima venisse violato.

    Strategie operative su Intesa Sanpaolo

    Da un punto di vista operativo, si potrebbero valutare strategie di natura short in caso di ritorno da parte delle quotazioni a 2,31 euro. Lo stop loss sarebbe identificabile a 2,40 euro, mentre l'obiettivo principale a 2,20 euro. Il target finale è invece identificabile a 2,18 euro.

    Per questa metodologia operativa, il certificato Turbo Short di BNP Paribas con ISIN NL0014036287 e leva 3,19 si adatta bene.

    AVVERTENZA

    La presente pubblicazione è stata preparata da Forex Media S.r.l. (l’Editore), con sede legale in Via di Vigna Fabbri, 5, 00179, Roma, in completa autonomia e riflette quindi esclusivamente le opinioni e le valutazioni dell’Editore. Le informazioni e le opinioni contenute nella presente pubblicazione sono state ottenute o estrapolate da fonti ritenute affidabili dall’Editore; tuttavia, l’Editore non rilascia alcuna dichiarazione o garanzia in merito alla loro accuratezza, adeguatezza o completezza. BNP Paribas e le società del gruppo BNP Paribas e le società del gruppo BNP Paribas non si assumono alcuna responsabilità per il relativo contenuto. Gli scenari, le presunzioni di calcolo, i dati e le performance passate, i prezzi stimati, gli esempi dei potenziali ricavi o le valutazioni hanno valore meramente illustrativo/informativo, senza alcuna garanzia che tali scenari o ricavi potenziali possano verificarsi o essere conseguiti. In ogni caso, l’Editore non è responsabile per qualsiasi perdita o danno, diretto o indiretto, che possa derivare dall’utilizzo dei contenuti della presente pubblicazione.

    Per informazioni su Forex Media S.r.l., in qualità di produttore delle raccomandazioni, sulla presentazione delle raccomandazioni e sulle posizioni e conflitti di interesse del produttore, si prega di cliccare su questo link.

  • 13/01/2020
    ANALISI DEL SOTTOSTANTE: BPER BANCA
    CODICE ISIN NL0014035552

    Torna l'ipotesi fusione con Ubi Banca. Secondo alcune fonti di stampa, sarebbero in corso contatti fra i principali azionisti dei due istituti per valutare un’eventuale progetto di unione. Ma in un contesto di aggregazione del settore bancario, anche Banco Bpm non vuole fare da spettatore e rimanere fuori dalle operazioni di M&A. Intanto il comparto continua il suo processo di derisking. Nel mese di novembre le sofferenze sono diminuite del 23,5% sui dodici mesi (in ottobre la riduzione era stata del 21,2%), secondo i dati diffusi dalla Banca d'Italia. I depositi del settore privato hanno, invece, mostrato una crescita del 7,6% sui dodici mesi (contro il 5,7 in ottobre); il ritmo di crescita della raccolta obbligazionaria è stato pari al 2,3% sui dodici mesi (contro l’1,1 in ottobre).

    Per informazioni su Brown Editore S.r.l., in qualità di produttore delle raccomandazioni, sulla presentazione delle raccomandazioni e sulle posizioni e conflitti di interesse del produttore, si prega di cliccare su questo link.

  • 13/01/2020
    STRATEGIA TURBO - PRYSMIAN
    CODICE ISIN NL0013308927


    Di seguito alcune idee speculative su base grafica e di "newsflow", Long o Short. E' preferibile, ma non obbligatorio, chiudere le posizioni in giornata. 

    PRYSMIAN [PRY.MI] (21,45 euro, ultimo prezzo). Newsflow: Nuova interruzione al Western Link, si indaga sulle cause.  Western Link è un progetto di collegamento ad alta tensione in corrente continua tra la Scozia, l’Inghilterra e il Galles e che raggiunge la tensione record di 600 kV, la classe più elevata, per un cavo isolato, mai messa in esercizio al mondo (ad oggi il massimo è 500 kV)

    Operazione:
      Mini future certificate SHORT su Prysmian da acquistare in apertura.

    ISIN: NL0013308927