Borse caute in attesa dei dati macro

Seduta a due velocità quella di ieri per i principali indici azionari globali. Tra gli investitori è tornato comunque l’ottimismo dopo i segnali positivi arrivati dalle autorità cinesi

03/08/2021 · PRODOTTO DA ELP SA

Seduta a due velocità quella di ieri per i principali indici azionari globali. Tra gli investitori è tornato comunque l’ottimismo dopo i segnali positivi arrivati dalle autorità cinesi e grazie ai dati IHS Markit PMI che si sono rivelati superiori alle previsioni degli analisti. Nonostante un’apertura negativa in Cina a causa della sospensione temporanea da parte della Securities and Exchange Commission delle IPO cinesi a Wall Street, gli indici hanno recuperato terreno mentre gli operatori si aspettano un maggiore supporto all’economia da parte delle autorità. La PBoC ha infatti comunicato che manterrà una politica monetaria prudente e flessibile nella seconda parte del 2021. Oltreoceano gli operatori dei mercati finanziari sono invece concentrati su due fronti: i prossimi dati macroeconomici, in particolare quelli riguardanti l’occupazione in agenda venerdì, e sui progressi circa il piano infrastrutturale da 1.000 miliardi di dollari: i senatori USA stanno finalizzando il disegno di legge bipartisan e il voto è atteso entro la fine della settimana. In questo contesto il dollaro USA si riporta ai minimi da un mese mentre vengono meno le aspettative di un’imminente stretta monetaria da parte della Federal Reserve, dopo la posizione “dovish” del presidente Jerome Powell. L’azionario inizia cauto il mese di agosto, tipicamente caratterizzato da un bias negativo per le Borse e da volumi progressivamente in calo. Gli investitori sono ottimisti sul fatto che l’espansione economica aumenterà i profitti aziendali e consentirà alle azioni di continuare a salire, anche se ad un ritmo più lento.

I MARKET MOVER

Focus su prezzi produzione Eurozona e ordini di fabbrica USA

Dopo la carrellata di dati macroeconomici di ieri, con la pubblicazione degli IHS Markit PMI manifatturieri di luglio delle principali economie e l’ISM manifatturiero per gli Stati Uniti, oggi l’agenda macro sarà piuttosto scarna di appuntamenti di rilievo. Gli operatori dei mercati finanziari saranno prevalentemente concentrati su alcuni dati per l’Eurozona e per gli USA. Per il Vecchio Continente si attende il dato sui prezzi alla produzione di giugno mentre oltreoceano gli investitori saranno concentrati sul dato degli ordini di fabbrica (giugno).

DATO PAESE ATTESE ORARIO
PREZZI PRODUZIONE EUR 10,3% 11:00
ORDINI FABBRICA USA 1,1% 16:00

AVVERTENZA

La presente pubblicazione è stata preparata da ELP SA (l’Editore), con sede legale in Corso San Gottardo 34, 6830 Chiasso (CH), in completa autonomia e riflette quindi esclusivamente le opinioni e le valutazioni dell’Editore. Le informazioni e le opinioni contenute nella presente pubblicazione sono state ottenute o estrapolate da fonti ritenute affidabili dall’Editore; tuttavia, l’Editore non rilascia alcuna dichiarazione o garanzia in merito alla loro accuratezza, adeguatezza o completezza. BNP Paribas e le società del gruppo BNP Paribas non si assumono alcuna responsabilità per il relativo contenuto. Gli scenari, le presunzioni di calcolo, i dati e le performance passate, i prezzi stimati, gli esempi dei potenziali ricavi o le valutazioni hanno valore meramente illustrativo/informativo, senza alcuna garanzia che tali scenari o ricavi potenziali possano verificarsi o essere conseguiti. In ogni caso, l’Editore non è responsabile per qualsiasi perdita o danno, diretto o indiretto, che possa derivare dall’utilizzo dei contenuti della presente pubblicazione.

Per informazioni su ELP SA, in qualità di produttore delle raccomandazioni, sulla presentazione delle raccomandazioni e sulle posizioni e conflitti di interesse del produttore, si prega di cliccare su questo link.