USA: attesa per i verbali della Fed

13/10/2021 · PRODOTTO DA ELP SA

Le quotazioni dei principali indici di Borsa a livello globale sono riuscite a rialzare la testa dopo le recenti vendite. A dispetto di questo però sono diversi i temi che preoccupano gli investitori, in primis il rialzo dei prezzi delle materie prime. In tal senso, è da segnalare come le quotazioni del petrolio siano riuscite a tornare al di sopra degli 80 dollari al barile per la prima volta da novembre 2014. Intanto oggi gli occhi saranno puntati su tre elementi di rilievo: il primo è quello relativo ai dati sull’inflazione degli Stati Uniti di settembre, il secondo invece riguarda la pubblicazione dei verbali dell’ultima riunione di politica monetaria della Federal Reserve. Questo ultimo elemento sarà particolarmente monitorato dagli investitori, in quanto potrebbe fornire ulteriori informazioni sulle tempistiche del tapering. Oltre a questo, oggi inizierà ufficialmente la stagione delle trimestrali a stelle e strisce con la pubblicazione dei conti del terzo trimestre 2021 di colossi del calibro di Delta Air Lines, BlackRock e JP Morgan. È da mettere in luce anche come il Fondo Monetario Internazionale abbia tagliato le sue stime di crescita globale per il 2021 al 5,9%, 0,1 punti percentuali in meno rispetto a quanto stimato nel luglio scorso. A supportare la decisione sono stati il peggioramento della situazione sanitaria nei Paesi emergenti e le problematiche sulle catene di approvvigionamento delle economie sviluppate. Lato pandemia di Coronavirus è invece da segnalare che CureVac ha deciso di accantonare i suoi progetti di realizzazione del vaccino anti-Covid. L’azienda si concentrerà ora sul più promettente siero di GlaxoSmithKline.

I MARKET MOVER

FOCUS SULL'INFLAZIONE USA

Nella giornata odierna gli operatori dei mercati finanziari saranno prevalentemente concentrati su alcuni dati macro importanti in arrivo dagli Stati Uniti. Durante la mattinata gli investitori saranno concentrati sulla pubblicazione del dato della produzione industriale di agosto per l’Eurozona. Dal primo pomeriggio, come di consueto, il focus passerà oltreoceano per i dati macro degli USA. Gli operatori infatti attendono i dati dell’inflazione di settembre e la pubblicazione dei verbali della Fed dell’ultima riunione di politica monetaria.

DATO PAESE ATTESE ORARIO
PRODUZIONE INDUSTRIALE EUR -1,5% 11:00
INFLAZIONE

USA

5,3% 14:30
VERBALI FED

USA

- 20:00

AVVERTENZA

La presente pubblicazione è stata preparata da ELP SA (l’Editore), con sede legale in Corso San Gottardo 34, 6830 Chiasso (CH), in completa autonomia e riflette quindi esclusivamente le opinioni e le valutazioni dell’Editore. Le informazioni e le opinioni contenute nella presente pubblicazione sono state ottenute o estrapolate da fonti ritenute affidabili dall’Editore; tuttavia, l’Editore non rilascia alcuna dichiarazione o garanzia in merito alla loro accuratezza, adeguatezza o completezza. BNP Paribas e le società del gruppo BNP Paribas non si assumono alcuna responsabilità per il relativo contenuto. Gli scenari, le presunzioni di calcolo, i dati e le performance passate, i prezzi stimati, gli esempi dei potenziali ricavi o le valutazioni hanno valore meramente illustrativo/informativo, senza alcuna garanzia che tali scenari o ricavi potenziali possano verificarsi o essere conseguiti. In ogni caso, l’Editore non è responsabile per qualsiasi perdita o danno, diretto o indiretto, che possa derivare dall’utilizzo dei contenuti della presente pubblicazione.

Per informazioni su ELP SA, in qualità di produttore delle raccomandazioni, sulla presentazione delle raccomandazioni e sulle posizioni e conflitti di interesse del produttore, si prega di cliccare su questo link.