Dati macro USA favoriscono il rialzo

La giornata di ieri è stata a due velocità per gli indici di Borsa a livello globale. Se nella prima parte di giornata si è assistito a decise vendite, nella seconda parte della seduta si è assistito ad un recupero dei ribassi.

20/08/2021 · PRODOTTO DA ELP SA

La giornata di ieri è stata a due velocità per gli indici di Borsa a livello globale. Se nella prima parte di giornata si è assistito a decise vendite, nella seconda parte della seduta si è assistito ad un recupero dei ribassi. A creare incertezza è quanto emerso dai verbali del meeting della Fed di luglio, in cui si evidenzia come le misure di tapering potranno essere messe in campo nelle prossime riunioni. Gli ultimi dati relativi al mercato del lavoro USA mettono ancor più sotto pressione l’istituto centrale. Le richieste di sussidio di disoccupazione dell’ultima settimana infatti hanno aggiornato i minimi dall’inizio della pandemia, scendendo a 348mila unità. Gli occhi degli investitori sono quindi puntati al simposio di Jackson Hole della prossima settimana, in cui si potrebbero avere più dettagli in merito al programma di riduzione degli acquisti. Per quello che riguarda invece la BCE, il Capo Economista dell’Eurotower, Philip Lane, ha scritto che la nuova guidance dell’istituto potrebbe incrementare le aspettative di inflazione, rinforzando quindi le dinamiche inflazionistiche, aprendo la strada a tassi di interesse più alti. A preoccupare gli operatori continuano ad essere anche i timori in merito ad un rallentamento della crescita economica causata dal continuo incremento dei contagi da variante Delta. Interessante evidenziare come il metallo tradizionalmente più legato ai cicli economici, il rame, ha aggiornato i minimi degli ultimi 5 mesi. Questa situazione penalizza anche il petrolio WTI che ha raggiunto i livelli più bassi da maggio 2021 penalizzato sia dalle pressioni sul fronte della domanda che dal rafforzamento del dollaro USA.

I MARKET MOVER

I MARKET MOVER

La giornata odierna non prevede il rilascio di dati macroeconomici di rilievo. In quest’ultima giornata di contrattazioni della settimana gli operatori dei mercati finanziari avranno un occhio già puntato a lunedì prossimo. Lunedì si attendono infatti gli importanti dati IHS Markit PMI per le principali economie mondiali. Negli Stati Uniti oltre ai dati sull’attività manifatturiera e dei servizi si attenderanno anche i dati sulle vendite di abitazioni esistenti mentre per l’Eurozona la fiducia dei consumatori (agosto).

DATO PAESE ATTESE ORARIO
INFLAZIONE GIA - 01:30
TASSO PRESTITI A 1 E 5 ANNI CIN - 03:30

AVVERTENZA

La presente pubblicazione è stata preparata da ELP SA (l’Editore), con sede legale in Corso San Gottardo 34, 6830 Chiasso (CH), in completa autonomia e riflette quindi esclusivamente le opinioni e le valutazioni dell’Editore. Le informazioni e le opinioni contenute nella presente pubblicazione sono state ottenute o estrapolate da fonti ritenute affidabili dall’Editore; tuttavia, l’Editore non rilascia alcuna dichiarazione o garanzia in merito alla loro accuratezza, adeguatezza o completezza. BNP Paribas e le società del gruppo BNP Paribas non si assumono alcuna responsabilità per il relativo contenuto. Gli scenari, le presunzioni di calcolo, i dati e le performance passate, i prezzi stimati, gli esempi dei potenziali ricavi o le valutazioni hanno valore meramente illustrativo/informativo, senza alcuna garanzia che tali scenari o ricavi potenziali possano verificarsi o essere conseguiti. In ogni caso, l’Editore non è responsabile per qualsiasi perdita o danno, diretto o indiretto, che possa derivare dall’utilizzo dei contenuti della presente pubblicazione.

Per informazioni su ELP SA, in qualità di produttore delle raccomandazioni, sulla presentazione delle raccomandazioni e sulle posizioni e conflitti di interesse del produttore, si prega di cliccare su questo link.