Viaggiare ad alta quota con un Cash Collect sulle compagnie aeree

14/07/2023 · Tema di Investimento a cura di Investire Certificati

I numeri dicono che il settore del trasporto aereo è in salute ed è tornato ai livelli pre-pandemia. Il comparto è in costante ripresa dalla fine dei lockdown imposti a causa del Covid e in base alle stime degli analisti la corsa non è destinata a fermarsi nel breve periodo.

Volume passeggeri in aumento da inizio anno

Negli Stati Uniti le famiglie hanno continuato a viaggiare nonostante la crescita elevata dell’inflazione. I numeri forniti dal Transportation Security Administration, agenzia che monitora il volume dei passeggeri negli aeroporti statunitensi, indicano che il numero dei viaggiatori ha raggiunto i livelli del 2019, in aumento dal 94% registrato a fine 2022 (riferito ai volumi pre-pandemia).

In Europa, i dati forniti da Eurocontrol (European Organisation for the Safety of Air Navigation), relativamente ai volumi dei passeggeri di voli aerei all’interno della rete degli aeroporti della regione, mostrano una crescita del 13% da inizio anno (rispetto al 2022), anche se il comparto aereo paga ancora un gap del 10% rispetto ai livelli raggiunti prima della pandemia. Il tassello mancante per la piena ripresa del settore in Europa è quello del turismo internazionale. A fine marzo di quest’anno il volume dei turisti in arrivo nel Vecchio continente era ancora attorno all’80% rispetto ai livelli pre-pandemia.

Ma la decisione del governo cinese di riaprire al turismo, presa a inizio anno, promettere di dare una spinta all’intero comparto. Il turismo cinese, infatti, con i suoi 155 milioni di persone e una spesa annua di 250 miliardi di dollari, a livello globale e solo nel 2019, rappresenta uno dei driver di crescita più importanti.

Cash Collect con flusso cedolare garantito ogni mese

Un modo alternativo di investire sui titoli del trasporto aereo è quello di utilizzare gli Investment Certificate come i Premi Fissi Cash Collect Callable su panieri azionari emessi di recente da BNP Paribas sul mercato SeDeX di Borsa Italiana. I nuovi prodotti, di durata triennale (con scadenza fissata il 26 maggio 2026), prevedono un premio mensile fisso compreso tra lo 0,70% e l’1,45%, indipendentemente dall’andamento dei sottostanti che compongono il paniere.

I nuovi Certificate combinano, dunque, un premio fisso garantito con la possibilità di richiamo anticipato a facoltà dell’Emittente. A non essere legati all’andamento del sottostante sono dunque sia i premi fissi mensili che l’opzione di rimborso anticipato. Inoltre, gli investitori possono considerare questa emissione come una soluzione interessante per diversificare il proprio portafoglio investendo su azioni di settori diversi, come il comparto del lusso, quello bancario, assicurativo, energetico, dei viaggi o tecnologico.

Il Certificate sulle compagnie aeree

Nella nuova gamma è presente anche il Certificate su alcune compagnie aeree. Si tratta del prodotto su Air France-KLM, American Airlines ed EasyJet (ISIN NLBNPIT1Q6K9) che paga un premio fisso pari a 1,12 euro dell’importo Nozionale con cadenza mensile (pari a un rendimento del 13,44% annuo), indipendentemente dall’andamento dei sottostanti. A partire dal nono mese (febbraio 2024), l’Emittente (BNP Paribas) ha la possibilità di esercitare la facoltà del rimborso anticipato: in questo caso il Certificate scade anticipatamente e paga, oltre al premio mensile, l’importo nozionale (100 euro). Viceversa, se l’Emittente non esercita la facoltà di rimborso anticipato, il Certificate paga un premio di 1,12 euro fino alla scadenza naturale.

A scadenza, il 4 giugno 2026, se la quotazione di tutti i titoli che compongono il paniere è maggiore o uguale al livello barriera (50% del valore iniziale dei sottostanti), il Certificate scade e paga, oltre al premio mensile, l’importo nozionale (100 euro). Se la quotazione di almeno uno dei sottostanti è invece inferiore al livello barriera, il Certificate scade e paga un premio di 1,12 euro, più un importo commisurato alla performance del peggiore dei sottostanti, con conseguente perdita, parziale o totale, dell’Importo Nozionale.

In cosa consiste l’opzione “Callable”

Un’importante novità che caratterizza questa emissione è la possibilità per gli investitori di ricevere un rimborso anticipato del Certificate al 100% dell’importo nozionale a partire dal nono mese: dal 23 febbraio 2024, infatti, mensilmente, l’Emittente ha la facoltà di richiamare anticipatamente il Certificate dando agli investitori un preavviso di almeno 3 giorni lavorativi.

L’investitore, in pratica, riceve un premio fisso garantito alla fine di ogni mese, mentre la possibilità di rimborso anticipato consente di beneficiare di un’ottimizzazione del rendimento.

Gli analisti si schierano su buy e hold

Il consensus raccolto da Bloomberg sui tre titoli del paniere, che riportiamo nella tabella qui sopra, è sostanzialmente neutrale. Più della metà degli analisti che seguono Air France-KLM e American Airlines consigliano di mantenere la azioni in portafoglio (hold) rispetto ai giudizi di acquisto (buy) e vendita (sell). Su EasyJet, invece, più della metà degli analisti consigliano l’acquisto delle azioni. Inoltre, il target price medio a 12 mesi indica che attualmente questi titoli appaiono sotto-prezzati e dai quali gli analisti si aspettano potenziali upside entro i prossimi 12 mesi.

Questo rende i sottostanti del paniere idonei a strategie con un Premi Fissi Cash Collect Callable, ovvero per chi ha una visione laterale o moderatamente rialzista di un determinato settore (in questo caso il settore delle compagnie aeree) per ottenere un rendimento interessante al momento della naturale scadenza oppure anticipata a discrezione dell’emittente.

AVVERTENZA

La presente pubblicazione è stata preparata da T-Finance business unit di T-Mediahouse S.r.l. (l’Editore), con sede legale in Viale Sarca, 336 (edificio sedici), 20126, Milano, in completa autonomia e riflette quindi esclusivamente le opinioni e le valutazioni dell’Editore Le informazioni e le opinioni contenute nella presente pubblicazione sono state ottenute o estrapolate da fonti ritenute affidabili dal Produttore; tuttavia, il Produttore non rilascia alcuna dichiarazione o garanzia in merito alla loro accuratezza, adeguatezza o completezza. BNP Paribas e le società del gruppo BNP Paribas non si assumono alcuna responsabilità per il relativo contenuto. Gli scenari, le presunzioni di calcolo, i dati e le performance passate, i prezzi stimati, gli esempi dei potenziali ricavi o le valutazioni hanno valore meramente illustrativo/informativo, senza alcuna garanzia che tali scenari o ricavi potenziali possano verificarsi o essere conseguiti. In ogni caso, il Produttore non è responsabile per qualsiasi perdita o danno, diretto o indiretto, che possa derivare dall’utilizzo dei contenuti della presente pubblicazione.

Per informazioni su T-Finance business unit di T-Mediahouse S.r.l., in qualità di produttore delle raccomandazioni, sulla presentazione delle raccomandazioni e sulle posizioni e conflitti di interesse del produttore, si prega di cliccare su questo link.

Il produttore delle raccomandazioni di investimento originali non è BNP Paribas, né una delle altre società del gruppo BNP Paribas. Per ulteriori informazioni, clicca QUI. Le informazioni che ai sensi del Regolamento (UE) n. 596/2014 si richiedono al produttore sono fornite da una terza parte, sotto la propria responsabilità, in un’avvertenza separata, disponibile al seguente link.